Nomina per Padre Sebastiano Paciolla, cistercense nativo di Barletta

Padre Sebastiano Paciolla

Il Santo Padre ha nominato Referendario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica Padre Sebastiano Paciolla, barlettano, 56 anni, appartenente all’Ordine Benedettino Cistercense della Congregazione di Casamari. 

Il Supremo tribunale della Segnatura Apostolica (in latino Supremum Tribunal Signaturae Apostolicae)  esercita la funzione di Supremo Tribunale, provvede alla retta amministrazione della giustizia nella Chiesa, proroga  la competenza dei tribunali e promuove l’erezione dei tribunali inferiori.

Per quanto riguarda la potestà strettamente giudiziaria la Segnatura Apostolica giudica: le querele di nullità, le richieste di ‘restitutio in integrum’ contro le sentenze rotali, i conflitti di competenza.

Padre Sebastiano Paciolla, ordinato sacerdote nel 1986, negli ultimi dieci anni ha ricoperto la carica di Sottosegretario  presso la Congregazione  per gli istituti di vita consacrata ed attualmente è docente presso la Pontificia Università Lateranense a Roma.

Suo padre Francesco è stato uno dei primi diaconi permanenti della Arcidiocesi di Trani – Barletta– Bisceglie.

“Nutro sentimenti di gioia – ha dichiarato l’Arcivescovo Mons. Leonardo D’Ascenzo appena appresa la notizia – per questo incarico affidato a Padre Sebastiano Paciolla, figlio della nostra diocesi. A lui, a nome mio e  di tutta la comunità ecclesiale di Trani-Barletta-Bisceglie, esprimo le più vive felicitazioni e i più sentiti auguri”.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here