Martedì, 24 Novembre 2020
ad

5 fattori cruciali per il posizionamento sui motori di ricerca che un esperto seo deve conoscere

I requisiti per beneficiare del traffico organico dei motori di ricerca cambiano di continuo. Chi si occupa di posizionamento sui motori di ricerca lo sa bene, ed è proprio per questo che è bene conoscere almeno i più importanti.

5 fattori cruciali per il posizionamento sui motori di ricerca che un esperto seo deve conoscere
5 fattori cruciali per il posizionamento sui motori di ricerca che un esperto seo deve conoscere

I siti che beneficiano maggiormente di traffico organico, sono quelli che meglio hanno compreso quali sono i fattori cruciali del posizionamento sui motori di ricerca.

Senza la SEO (acronimo di search engine optimization – ottimizzazione per i motori di ricerca), non si può arrivare nelle prime posizione dei motori di ricerca. Fattore chiave per chi vuole ottenere traffico di qualità e inerente alle proprie necessità. In questa breve guida, prenderemo in esame 5 di questi fattori.

Per rendere più completa e professionale questa guida, ci siamo avvalsi dell’esperienza dell’esperto seo Filippo Jatta. Dopo aver ottenuto una laurea in "Organizzazione e Sistemi Informativi" presso l'Università Bocconi di Milano ha preso la decisione di approfondire le sue conoscenze nel campo del posizionamento sui motori di ricerca.

Dal 2008, è un consulente specializzato nel posizionamento sui motori di ricerca che offre i suoi servizi ad aziende in ogni settore per offrire maggiore visibilità sui motori di ricerca.

Quali sono i fattori più importanti per i motori di ricerca che un esperto seo prende in considerazione?

  1. Sito ottimizzato per i dispositivi mobile
  2. Velocità di apertura delle pagine
  3. Categorizzazione dei contenuti ben fatta
  4. Profilo link di estrema qualità
  5. Un esperto seo deve saper ottimizzare con cura i contenuti

Alla fine di questa guida, si potranno ottenere tutte le informazioni necessaria a ottimizzare al meglio un sito internet. Alle domande a cui spesso non si ottiene risposta, si potrà ricevere risposte esaustive e che permettono di mettersi al lavoro immediatamente.

Prima di entrare nel dettaglio nei vari fattori che permettono di posizionarsi, è bene dare una occhiata alle basi del funzionamento del posizionamento dei motori di ricerca.

Comprendere la SEO e “Come posso fare per raggiungere le prime posizioni di Google?

Sono molte le persone che si pongono la domanda di come funzionano i motori di ricerca e come è possibile raggiugere le prime pagine dei risultati.

È facile comprendere che se ci si trova in una delle 3 prime posizioni dei risultati per una determinata parola chiave, si potrà ottenere un’ottima visibilità. Visibilità, che porterà persone interessate a quello che si offre sulle pagine del proprio sito. Chi si trova in queste posizioni, beneficia di circa il 65% della visibilità che Google e i motori di ricerca offrono.

Quando un utente esegue una ricerca, i motori di ricerca forniscono una serie di risultati elencati per pertinenza. Maggiore è la pertinenza del risultato sulla base della chiave di ricerca, maggiore sarà la sua posizione. La prima posizione, in buona parte dei casi, corrisponde al risultato migliore per quella domanda.

1: Sito ottimizzato per i dispositivi mobile

Un sito internet per essere ben posizionato sui motori di ricerca, deve essere ottimizzato per la visione sui motori di ricerca. Facilitare l’utilizzo delle pagine per gli utenti che utilizzano il cellulare è diventato un importante fattore per il posizionamento sui motori di ricerca.

La percentuale di persone che visualizzano una pagina mediante un dispositivo mobile, sono più dell’80% a livello globale. Proprio per questo, Google ha preso la decisione di prendere in considerazione i risultati dei dispositivi mobile come parte fondamentale per il suo motore di ricerca. Fino a qualche anno addietro, erano i risultati degli utenti desktop che avevano il sopravvento su quello dei dispositivi mobile.

2: Velocità di apertura delle pagine

La velocità di apertura delle pagine di un sito è diventato sempre più un fattore cruciale per chi vuole posizionarsi nelle prime posizioni. Più un sito è lento, maggiore sarà l’indice di gradimento delle persone che cercano di visitarlo.

Google ha annunciato che a partire da luglio 2018 ha rilasciato un aggiornamento dell’algoritmo incentrato sulla velocità delle pagine che si visitano mediante dispositivi mobile. Se il sito non si apre velocemente, allora potrebbe essere penalizzato.

3: Categorizzazione dei contenuti ben fatta

Un altro dei fattori che maggiormente possono aiutare nel migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca, è quello di categorizzare nel migliore dei modi tutti i contenuti presenti nel sito. Ogni sito deve essere visto come una grande biblioteca ben organizzata e di facile lettura.

Se ogni contenuto è buttato alla rinfusa tra le pagine che compongono un sito internet, allora Google e gli utenti avranno dei seri problemi a comprendere cosa contiene e come categorizzarlo.

4: Un esperto seo deve saper ottimizzare con cura i contenuti

In questa guida si è parlato molto di contenuti e di come questi interferiscono con il posizionamento sui motori di ricerca. Questo, perché i contenuti sono uno dei fattori che maggiormente possono portare dei miglioramenti nei posizionamenti delle ricerche.

Gli algoritmi dei motori di ricerca si basano sulle parole e sulla loro interazione. Queste parole, sono anche le parole e le frasi che le persone utilizzano per fare le loro ricerche e che servono a descrivere nel migliore dei modi i contenuti presenti sulle pagine dei siti internet.

Più c’è pertinenza tra parola chiave e contenuto di una pagina, più Google posizionerà vicino alle prime posizioni – se non nelle prime – quel contenuto.

5: Profilo link di estrema qualità

Come è facile comprendere dall’architettura del web, tutto è connesso tramite collegamenti (che sono detti anche link). Molti dei motori di ricerca più famosi, valutano anche l’affidabilità di un sito dal numero di collegamenti che questo ottiene. Naturalmente, più il contenuto che offre un link è di qualità, maggiore sarà il punteggio che il motore di ricerca affibbierà a quel collegamento.

Avere un profilo link di qualità e pertinente ai propri contenuti, è senza ombra di dubbio un fattore importante da prendere in considerazione.

Come si può comprendere da questa breve guida, ottimizzare un sito per i motori di ricerca è un lavoro lungo e che spesso può risultare difficile. Per riuscire a farlo bene, è opportuno affidarsi a una persona qualificata e che possiede tutte le qualità necessarie a fornire le risposte anche alle domande più complicate.


Notizie più lette

Error: No articles to display