Ztl, risolto l’annoso contenzioso per il controllo

ZTL firma

È stato sottoscritto ieri a Palazzo di Città tra il Comune e la società “Leonardo” l’atto transattivo che pone fine al contenzioso tra il Comune di Barletta e la società che nel 2006 si era aggiudicata l’appalto riguardante la realizzazione del sistema di controllo degli accessi nella zona a Traffico Limitato di Barletta (ZTL).

<<Finalmente è stata sanata, sul piano giuridico e amministrativo, una problematica che ha impedito a lungo di disciplinare adeguatamente il traffico nel centro storico>> ha dichiarato il sindaco Cascella. <<Un più moderno sistema di controllo rispetto a quello che nel 2009 si dovette smantellare a seguito di procedimenti giudiziari, sia di carattere penale sia di natura amministrativa – ha aggiunto – consentirà ora di rendere più sicuri i percorsi di un’area di grande suggestione di Barletta, e conseguentemente di contribuire alla valorizzazione del patrimonio culturale a tutto vantaggio del richiamo turistico e della stessa sicurezza della “movida” cittadina>>.

Nell’occasione della firma della transazione, da parte del Comandante della Polizia Locale e dirigente dell’Avvocatura comunale, Savino Filannino, e del rappresentante della società “Leonardo”, Massimiliano Veltroni, alla presenza degli assessori Michele Lasala, Maria Antonietta Dimatteo e Giuseppe Gammarota, dei presidenti delle Commissioni consiliari permanenti “Attività Produttive e Sviluppo Economico e Lavoro”, Pietro Sciusco, e “Ambiente e Servizi Pubblici”, Rosa Cascella è stato presentato l’innovativo sistema al fine della più rapida installazione. Si è così dato seguito alla delibera di Giunta n. 42 del 15 febbraio scorso che autorizzò la transazione e la realizzazione di un avanzato sistema di controllo automatico degli accessi alle ZTL, regolamentato ad orari prestabiliti e a particolari categorie di utenti.  

L’assessore alle Politiche della Sicurezza e della Mobilità, Michele Lasala, ha tenuto a sottolineare lo spirito di cooperazione che ha contraddistinto la ricomposizione della vicenda e l’impegno dimostrato dai settori comunali coinvolti (Avvocatura, Polizia Locale, Manutenzioni, Lavori Pubblici – Ufficio Traffico) per risolvere la vicenda che vedeva, in origine, il Comune a contestare alla ditta la conformità degli elementi ottici installati in ciascun gruppo di ripresa rispetto al prototipo depositato presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti così come era emerso nel corso della procedura di omologazione degli apparati di ripresa.

L’avvocato Veltroni, da parte sua, ha evidenziato la disponibilità al dialogo costruttivo, e la piena collaborazione offerta dagli uffici legali della Leonardo Spa nel corso dei numerosi incontri concordati con il Comune per l’adempimento del contratto stipulato, insieme alla affidabilità delle moderne apparecchiature ottiche che tuteleranno varchi della ZTL nel centro storico di Barletta. 

Con la definizione del procedimento penale, infatti, l’Amministrazione ha puntato a una soluzione bonaria, raccogliendo la disponibilità della società pubblica a garantire l’adempimento del contratto stipulato attraverso la messa in funzione di un nuovo sistema aggiornato tecnologicamente in considerazione dell’intervenuta obsolescenza della componentistica indicata in sede di offerta. La transazione sottoscritta prevede che sia a carico della ditta anche la fornitura e la messa in funzione, per tre varchi di controllo alla ZTL, della strumentazione aggiuntiva con pannelli elettronici informativi.

Il sistema si compone di sette varchi, un centro di controllo presso la sede della Polizia Locale e una postazione remota presso gli uffici del Comune. I varchi elettronici consentiranno il riconoscimento dei veicoli autorizzati all’accesso alla ZTL attraverso la lettura automatica della targa. I dati rilevati saranno inviati al centro ed elaborati da uno specifico software applicativo che permette la gestione delle infrazioni da parte della Polizia Locale. Il sistema di riconoscimento targhe, funzionerà in qualsiasi condizione atmosferica e d’illuminazione e rileveranno il traffico senza dispositivi esterni di rilevazione transiti. Ogni varco memorizzerà data e ora del passaggio, classe del veicolo, tipo di transito (autorizzato, non autorizzato, sospetto), immagini di targa e contesto se il transito è irregolare, lista dei veicoli autorizzati (lista bianca) o segnalati (lista nera).

I sette varchi saranno posizionati, secondo le esigenze dell’Amministrazione Comunale, nel centro storico in corso Garibaldi, piazza Marina, vicolo Cambio, viale Carlo V D’Asburgo, via Mura di S. Cataldo, via Municipio, via Nazareth (incrocio corso Vittorio Emanuele). Entro pochi mesi, dopo il periodo di sperimentazione imposto dal Codice della Strada, il sistema sarà operativo a tutti gli effetti.

 

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here