“Destano sincero stupore le polemiche dal vago sapore strumentale sollevate in queste ore da qualche parlamentare pugliese del Movimento 5 Stelle che, con riferimento alle istituende Zone Economiche Speciali, arriva addirittura a sostenere che queste “potrebbero avere un effetto disastroso sul territorio”.

“La realtà, per fortuna, è profondamente diversa dal momento che le ZES rappresentano certamente una grande opportunità di crescita e sviluppo economico con conseguenti positive ricadute sul piano occupazionale, come quotidianamente mi dicono i tanti imprenditori del sistema produttivo pugliese che incontro e che attendono l’avvio concreto di questa importante iniziativa. 

In queste settimane si è svolto un confronto serrato tra la struttura tecnica e amministrativa della Regione Puglia e quella della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al fine di accelerare e giungere quanto prima alla definizione di questo percorso. Noi, al pari della Regione Basilicata con la quale condividiamo l’istituzione della Zes Jonica e in attesa dell’approvazione da parte della Regione Molise del Piano Strategico per la definizione della Zes Adriatica, siamo pronti per superare ogni eventuale ostacolo di carattere tecnico, essendoci la ferma volontà politica del Governo regionale di puntare con forza su questo strumento che consentirà di avere concreti benefici fiscali per le aziende che potranno così investire e contribuire sempre di più alla crescita e allo sviluppo dei territori interessati. Vorremmo vedere la stessa determinazione anche da parte del Governo nazionale che, invece, su questo punto continua a tentennare e a prendere tempo, sollevando dubbi e perplessità francamente insussistenti, come le dichiarazioni di qualche  parlamentare  pugliese pentastellato dimostra. Di questo passo si continueranno a registrare ritardi che peseranno solo sulle spalle del sistema produttivo pugliese, per responsabilità che evidentemente sono addebitabili al Governo nazionale e non a quello regionale.

“Ad ogni modo, senza voler alimentare ulteriori inutili polemiche, confermo la più ampia disponibilità della Regione Puglia a lavorare alacremente con i tecnici del Governo  per giungere nel più breve tempo possibile alla conclusione di questo lungo e complesso iter per l’avvio delle Zone Economiche Speciali pugliesi che certamente costituiranno un volano di crescita importante e di maggiore competitività per il sistema economico e produttivo della nostra regione. Al bando le polemiche e lavoriamo per portare in Puglia risultati importanti!”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here