XIX Premio Biol – L’edizione 2014 si terrà ad Andria

L’olio biologico più buono del mondo potrebbe essere barlettano

BIOL-2014.logo_-1024x932

Olivicoltori, cooperative, imbottigliatori barlettani e pugliesi: non perdete tempo! Sono state prorogate al 15 febbraio le iscrizioni al XIX Premio Biol, il più grande concorso internazionale riservato ai migliori oli bio-extravergini del mondo, posti a confronto in Puglia. L’obiettivo principale del concorso è quello di valorizzare le differenze e i molteplici patrimoni culturali che caratterizzano il variegato mondo dell’olio extravergine d’oliva biologico. L’edizione 2014 si terrà dal 19 al 21 marzo ad Andria, una delle capitali olivicole mondiali. Al momento l’organizzazione tecnica del CiBi sta lavorando per la realizzazione di un programma ricco di eventi culturali, gastronomici e tecnici, che affiancheranno il concorso internazionale.

Dopo la fase della raccolta dei campioni e delle preselezioni territoriali in Italia e all’estero, la giuria – costituita da esperti provenienti dalle diverse regioni olivicole del mondo – assegnerà vari riconoscimenti territoriali e tematici, nonché i tre premi principali:

PREMIO BIOL: rivolto al migliore olio extravergine biologico imbottigliato all’origine e pronto per la commercializzazione;

PREMIO BIOLPACK: per il miglior packaging, ossia il confezionamento di prodotto con il migliore design e l’etichettatura più chiara;

PREMIO BIOLKIDS: riservato ai giovani palati delle scuole elementari;

Il Premio Biol è patrocinato da Ifoam e AgriBio Mediterraneo e promosso da Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Città di Andria in collaborazione con Associazione BiolItalia e Consorzio Puglia Natura.

Come iscriversi? Via web su www.premiobiol.it, o contattando il CiBi-Consorzio Italiano per il Biologico (info@premiobiol.it; tel. 080/5582512).

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteFa 50 euro di benzina, ne ruba 200 e si dilegua
Articolo successivoProvincia: Rinnovato l’Accordo per l’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni‏
Giusy Del Salvatore
Giusy Del Salvatore è nata a Barletta nel 1987. Nella città pugliese porta avanti le sue attività di giornalista, blogger, copywriter, web marketing specialist e social media manager. Dopo la maturità classica conseguita presso il liceo classico “A. Casardi” di Barletta si è laureata in Editoria e Giornalismo presso l’Università degli studi di Bari. Successivamente ha frequentato il “First Master in Giornalismo", il master di “Formazione giornalistica ed editoriale”, il master in "Giornalismo Digitale" e il master in "Social Media e Digital Marketing". È appassionata di ecologia, salvaguardia animale/ambientale, poesia, letteratura, architettura, design, web e social media marketing. Ha iniziato a scrivere professionalmente occupandosi di cinema e spettacolo per la rivista Ecodelcinema mantenendo viva l'emozione della prima pubblicazione. È stata caposervizio del mensile ControStile, affrontando argomenti di ogni genere, realizzando interessanti interviste ed inchieste. Ha collaborato con il quotidiano d'informazione tecnologica HwGadget, con la rivista online LSD Magazine e con il settimanale TempoVissuto scrivendo articoli di approfondimento sociale. Nel 2012 con Aletti Editore ha pubblicato un libro di poesie intitolato "Chiamale come vuoi - Siamo solo poeti incompresi" riscuotendo discreto successo e vari apprezzamenti. Ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti in diversi concorsi poetici e letterari, pubblicando numerose poesie in antologie tematiche. Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie illustrate "Criptica come la Luna", edita da Alter Ego, finalista al Premio Carver 2016. È autrice dell’eco-blog Mela Verde News in cui e vengono trattati e approfonditi argomenti relativi alla sfera green. Attualmente è Direttore Responsabile di Barletta News e lavora come freelance per aziende e privati nell’ambito del web e social media marketing. In qualità di esperta coordina gli alunni del liceo scientifico Carlo Cafiero di Barletta nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here