What’s UP ? i film al Cinema.. dal 14 al 16 Ottobre

SUBURRA

Nuovo film firmato Stefano Sollima, regista cult del gangster-poliziesco all’italiana, genere che si sta riscoprendo grazie ad una sapiente spettacolarizzazione recitativa e delle atmosfere anche su un media diverso come la televisione. Lo stesso Sollima è stato artefice di questa piccola rivoluzione cinematografica nel nostro paese, dirigendo serie tv come “Gomorra” e “Romanzo criminale”. Il SUBURRAsuo precedente, e tra l’altro primo, lavoro è invece l’ottimo “A.C.A.B”, con Pierfrancesco Favino e Marco Giallini nei panni di due agenti antisommossa. Suburra riprende le tematiche criminose della sua produzione televisiva rimescolandole al dramma, incentrando le vicende su un intreccio di personaggi, piccoli e grandi criminali nei cui panni ritroviamo lo stesso Favino, oltre che Elio
Germano e Claudio Amendola.

LEONE NEL BASILICO

Leone Pompucci (“Il grande botto”, la fiction Rai “il sogno del maratoneta”) torna dietro la macchina da presa per questa commedia dai risvolti drammatici, in cui Maria Celeste, una donna burbera e solitaria si ritrova a dover badare ad un neonato abbondonato tra le sue braccia da una giovane madre fuggiasca. Nel cast Ida DiBenedetto, Carla Signoris e Catrinel Marlon, oltre che Mariano Rigillo. Dopo “il grande botto” Pompucci ha deciso di tornare a girare in Puglia. Le riprese del film infatti sono state effettuate tra Roma, Bari e Barletta, nello specifico sulla nostra litoranea.

THE INTERN

Ritorno al cinema per l’eterno Robert De Niro, questa volta interprete di uno stagista “pensionato”, assunto da una rinomata casa di moda. Il rapporto tra questo personaggio e quello interpretato da Anne Hathaway -fondatrice e CEO della società- sarà inizialmente segnato da dubbi e reticenze, ma non mancherà di riservare delle sorprese. Una sorta di “Il diavolo veste Prada” allo specchio -film non a caso interpretato dalla stessa attrice-, con un uomo anziano che dovrà farsi strada tra i pregiudizi di una giovane manager in carriera e demolire le perplessità sul suo valore professionale ed umano.

MAZE RUNNER: THE SCORCH TRIALS
MAZE RUNNER: LA FUGA

MAZE RUNNER- LA FUGA

Secondo capitolo tratto dalla saga letteraria Fantasy targata James Dashner. Diretto da Wes Ball che, nonostante la leggera assonanza, nulla ha a che fare (fortunatamente per noi e per lui) col regista tedesco Uwe Boll. Film distopico e fantascientifico, ma soprattutto “teen movie” sulla falsa riga di opere come “Hunger games”. Il film prende le mosse dal termine del precedente e primo capitolo, culminato con l’illusoria fuga dal terribile labirinto. Nel cast Dylan O’Brien (“Teen wolf”) e  Thomas Brodie-Sangster (“Game of Thrones”).

ROSSO MILLE MIGLIA

Maria (Martina Stella), giovane ed intraprendente giornalista italiana trapiantata in Germania, decide di partecipare, con l’aiuto di Marco, un meccanico sognatore, alla mitica corsa “Mille miglia”. La donna farà così involontariamente luce sul suo passato e su quello della sua famiglia, in particolare su suo nonno Aurelio Moraschi, pilota storico della competizione. Nel ruolo di Marco troviamo Fabio Troiano, e la regia è affidata al debuttante Claudio Uberti, che ha curato anche la sceneggiatura.

THE LOBSTER

Grottesca commedia sentimentale dai riflessi kafkiani, diretta da Yorgos Lanthimos. In una società fittizia e futuristica gli esseri umani single sono obbligati a trovare la propria metà in soli 45 giorni, pena la trasformazione in un animale. Lavoro forse non dissimile dai suoi precedenti per la definizione di un pessimismo relazionale, immerso in una neutralità anonima e soverchiante. thewomaningoldQuesta volta però  il film del curioso cineasta greco si avvale di un cast hollywoodiano d’eccezione che annovera, tra gli altri, Colin Farrell e Rachel Weisz.

THE WOMAN IN GOLD

Ambientato tra i tempi del secondo conflitto mondiale e i giorni nostri, l’intreccio si sviluppa sul furto operato dai nazisti ai danni di Maria Altmann, alla quale fu sottratta con la forza l’opera “La donna in oro” di Gustav Klimt, raffigurante sua zia. Cinquant’anni dopo  il misfatto, Maria (a cui presta il suo volto Helen Mirren) si rivolge ad un giovane e talentuoso avvocato per riottenere dal governo austriaco ciò che le spetta di diritto e la sua dignità profanata dalle barbarie della guerra. Nei panni del giurista troviamo Ryan Reynolds e segnaliamo inoltre la presenza di Katie Holmes e Daniel Bruehl.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteBarletta, manifestazione antifascista – Ore 19:30 in Piazza Caduti
Articolo successivoScippa una donna sul lungomare Mennea – Arrestato romeno di vent’anni
Michele Lasala
Michele Lasala è nato a Barletta l'11/6/1989. Ha conseguito la maturità scientifica nel 2010. Iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, indirizzo d'impresa, é giornalista pubblicista dal 2016. Amante della lingua inglese, ha svolto un corso di Business English e possiede certificato Cambridge di livello B2. Nel 2016 consegue l'attestato Google: Eccellenze in digitale. Appassionato di Cinema e Poesia e scrittore a tempo perso, ha ricoperto il ruolo di responsabile della comunicazione presso NIDOnet e ne é attualmente addetto all'ufficio stampa. Dal Gennaio 2014 é redattore di cultura e spettacolo presso la testata telematica Barletta News.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here