What’s UP? I film in uscita al cinema… dall’8 marzo (parte 1)

barlettanews - Il giustiziere della notte film in uscita

Tra i film in uscita al cinema della nostra rubrica, un viaggio interculturale nell’ironia francese e nella scuola italiana, oltre all’action targato Eli Roth-Bruce Willis e al ritratto di una importante scrittrice latinoamericana. Buona visione!

Anche senza di te   (8 marzo)   primo film in uscita al cinema 

Ricordate “Caro maestro”, serie televisiva con Marco Columbro andata in onda a metà anni ’90? Il regista Francesco Bonelli, attore nella fiction diretta da Rossella Izzo, sembra tornare, con la sua prima da regista, nel suo habitat naturale, quella scuola italiana da sempre terreno fertile per drammi individuali e sociali. Così è per Sara (Myriam Catania), donna e maestra nel momento più delicato della sua vita. Promessa sposa di Andrea, uomo forse più attento alla carriera che alla sua partner, Sara ritroverà nella cortesia e nell’alleanza del collega e insegnante Nicola (Nicolas Vaporidis) la speranza di rendere migliore, nel suo piccolo, il sistema scolastico. Bonelli pare chiedersi se le buone azioni e le iniziative di rilevanza sociale possano avere una funzione terapeutica: riuscirà Sara a riappropriarsi della sua vita, adesso che sta investendo tutto il suo tempo per valorizzare l’impegno e la creatività dei suoi alunni? Nel cast Alessio Sakara, Anna Ferruzzo e Matteo Branciamore.

Benvenuti a casa mia   (8 marzo)   secondo film in uscita al cinema

Ce lo ricordiamo tutti il caso un po’ “bolla” di Non sposate le mie figlie!, film diretto da Philippe de Chauveron, sul lato comico dell’immigrazione francese. Commedia degli equivoci dalla profondità ridotta all’osso, ma dall’ottimo incasso in patria, il film d’esordio del cineasta transalpino sguazzava volentieri nello stereotipo e nella facile risata. De Chauveron fonde quella sua ironia da caratterista inserita in un contesto vivace e allegro al presunto impegno di Alexandra Leclère in Benvenuti… ma non troppo. La premessa, in realtà molto simile, parte da un dibattito intellettuale e abbandona quindi la scia legislativa della Leclère. Questa volta il protagonista sarà “costretto” ad assumere una posizione scomoda proprio per aver espresso, in uno dei suoi libri, un pensiero favorevole all’accoglienza dei più bisognosi nelle proprie abitazioni. Messo alle strette, lo scrittore Jean-Etienne Fougerole accetterà di ospitare nella sua lussuosa villa una famiglia di bisognosi, confrontandosi concretamente con la propria ipocrisia e con la difficoltà di tener fede alle sue parole quando, la sera stessa, alla sua porta si presenterà un nutrito gruppo famigliare di etnia rom. Nel cast Christian Clavier, già protagonista di Non sposate le mie figlie! e noto anche per il ruolo di Asterix nelle produzioni francesi di inizio anni 2000. Spazio anche per Nanou Garcia, Cyril Lecomte, Elsa Zylberstein e Ary Abittan, genero del personaggio interpretato da Clavier nel precedente film di de Chauveron.

Eterno femminile   (8 marzo)   terzo film in uscita al cinema

Arriva in Italia, per la verità un po’ in sordina, un biopic sulla figura di Rosario Castellanos, scrittrice messicana e celeberrima paladina dei diritti femminili nel grande paese centramericano. Tra vita pubblica e vita privata, questo ritratto diretto da Natalia Beristain s’avventura nella cruna tagliente tra dimensione letteraria/idealistica e sentimentale. Per la Castellanos, autrice di opere che segnano un punto di svolta nell’emancipazione culturale messicana di genere, la vita matrimoniale è costellata da momenti di depressione e cocenti delusioni. Ricardo Guerra, suo marito (interpretato dall’eccezionale Daniel Gimenez Cacho) docente di filosofia e marxista, dal quale divorzierà dopo soli tre anni dalle nozze, incarna perfettamente l’uomo che detiene un controllo maschilista su una corrente di pensiero che rifiuta di rinnovarsi, contro la quale invece la Castellanos si ritroverà a combattere per l’intera sua vita. Ruolo da protagonista per Karina Gidi.

Il giustiziere della notte   (8 marzo)   quarto film in uscita al cinema

Riecco Bruce Willis in un ruolo action. Per dovere di cronaca, Willis non ha mai dismesso gli abiti del vendicatore o dell’uomo solitario o di legge in cerca di giustizia fin dai suoi esordi cinematografici, eccezion fatta per una gustosa triplice parentesi a cavallo tra 2011 e 2012, di cui fa parte anche il sci-fi Looper e nel quale comunque ha un ruolo parecchio movimentato. Fa un attimo pensare però come possa essergli stato affidato un ruolo in questo remake del film Il giustiziere della notte del 1974. Non un pezzo di grande cinema, ammettiamolo, ma un discreto e godibile revenge movie che aveva nel fascino un po’ selvaggio di Charles Bronson il suo più grande pregio. Eli Roth, amico fraterno di Quentin Tarantino e regista di film di genere come The Green Inferno e Hostel, è forse uno dei registi meno indicati in circolazione per suggerire quel disegno di assenza di giustizia e legalità che anche in film come Un borghese piccolo piccolo di Mario Monicelli tradiscono il dramma dell’assenza di Stato e autorità. La trama, perlopiù fedele all’originale, ha però una differente location rispetto alla New York degli anni ’70. Siamo a Chicago, nei nostri giorni, e Paul Kersey, medico chirurgo, ha giornalmente a che fare con gli effetti dell’aumento della criminalità nella metropoli statunitense. Un giorno, quando sarà proprio la sua famiglia a pagarne le spese, con sua moglie Lucy e sua figlia Jordan aggredite in casa da un manipolo di delinquenti, l’uomo deciderà di farsi giustizia da solo, punendo a modo suo e con violente rappresaglie la criminalità cittadina. Nel cast Len Cariou, Dean Norris, Elisabeth Shue e Vincent D’Onofrio.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteElezioni politiche, il commento del sindaco Cascella
Articolo successivoElezioni Politiche, intervista al segretario del Partito Democratico cittadino, Avvocato Nicola Defazio
Michele Lasala
Michele Lasala è nato a Barletta l'11/6/1989. Ha conseguito la maturità scientifica nel 2010. Iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, indirizzo d'impresa, é giornalista pubblicista dal 2016. Amante della lingua inglese, ha svolto un corso di Business English e possiede certificato Cambridge di livello B2. Nel 2016 consegue l'attestato Google: Eccellenze in digitale. Appassionato di Cinema e Poesia e scrittore a tempo perso, ha ricoperto il ruolo di responsabile della comunicazione presso NIDOnet e ne é attualmente addetto all'ufficio stampa. Dal Gennaio 2014 é redattore di cultura e spettacolo presso la testata telematica Barletta News.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here