What’s UP? I film in uscita al cinema… dal 30 gennaio all’1 febbraio (parte 1)

barlettanews - Maze runner: la rivelazione film in uscita

Oltre al ritorno di Nakache e Toledano, questa prima parte di What’s UP ci offre, tra i film in uscita al cinema, l’ultimo capitolo della saga di “Maze Runner” firmata Wes Ball. Buona visione!

Grace Jones: Bloodlight and Bami   (30 gennaio)    primo film in uscita al cinema

Il documentario Grace Jones: Bloodlight and Bami si immerge in un vero arcobaleno di provocazioni, suggestioni, visioni estetiche, culturali e musicali: è il mondo di Grace Jones, la cantante giamaicana che ha travolto e spezzato i nascenti equilibri della musica pop, a cavallo tra anni ‘70 e ’80. Curioso, ma in un certo senso scontato, che a portare sul grande schermo per la prima volta un documentario su una personalità come quella della Jones (che, lo ricordiamo, ha recitato anche in 007 nel canto del cigno di Roger Moore, Bersaglio mobile ) sia Sophie Fiennes. La regista inglese, che si avvale qui di una produzione tutta britannica, è infatti autrice dello stravagante ma validissimo duplice lavoro intitolato The Pervert’s Guide (to cinema and to ideology). Due donne sopra le righe, insomma, che ci regalano un documentario che si vocifera essere sontuoso per intensità e accuratezza delle ricostruzioni. In sala il 30 e il 31 gennaio.

C’est la vie – Prendila come viene   (1 febbraio)    secondo film in uscita al cinema 

Olivier Nakache ed Eric Toledano ancora alle prese con la commedia. Così l’inseparabile coppia di registi francesi prova a bissare il successo internazionale di pubblico di Quasi amici. Dopo il seppur parziale flop di critica e gradimento con Samba, i toni cambiano radicalmente: nessun riferimento diretto all’immigrazione e alla diversità, ma solo tanto (elegante) umorismo nel segno della multietnicità. Vero protagonista è un matrimonio: quello di Pierre ed Héléna, che si rivolgono a una serie di organizzatori strampalati, capitanati da Max Angély, un wedding planner esperto e deciso a far andare tutto per il verso giusto, vista l’importanza e il prestigio del ricevimento. Al suo fianco si muove però un team del tutto imprevedibile, che comprende Adèle, aggressiva vice di Max, Julien, verboso fino al midollo, James, un animatore spesso fuori luogo e il fotografo Guy. Protagonista è Jean-Pierre Bacri, affiancato dal Jean Paul Rouve di La vie en rose, che con i registi ha già lavorato in Primi amori, primi vizi, primi baci, da Hélène Vincent e da Gilles Lelouche.

L’incantesimo del drago   (1 febbraio)    terzo film in uscita al cinema

In Italia c’è spazio persino per il regista armeno Manuk Depoyan, che porta nel nostro paese una storia a cavallo tra due mondi: quello umano e quello della magia. Eroe bambino è Nicky, aiutato dall’inseparabile Rocky e da un pipistrello che sogna di diventare un mago, Eddie. Obiettivo della missione è recuperare un fiore dagli immensi poteri, in grado di sanare la frattura tra i due mondi, salvandoli. L’avventura dei personaggi si snoderà attraverso incontri con creature incantate o mostruose. Adatto senz’altro a un pubblico di soli giovanissimi, accompagnati dai genitori.

Maze Runner: La Rivelazione   (1 febbraio)    quarto film in uscita al cinema

C’è forse un unico pregio nella saga di Maze Runner, ed è la continuità tra narrazione e intenti registici realizzata da Wes Ball, che dirige con questo film il terzo lungometraggio della serie tratta dai libri di James Dashner. Invariato e incorrotto lo spirito del racconto del romanziere, per certi versi creatore di un futuro ancora più distopico di quello dipinto dalla diretta concorrente Suzanne Collins. Ciò che molti fan non hanno perdonato a Ball e agli sceneggiatori sono alcune differenze non di poco conto, ma che non incidono sulla riuscita finale del prodotto, che rimane abbastanza coerente. Prosegue quindi lo scontro con le truppe della W.C.K.D., rese in italiano con l’acronimo C.A.T.T.I.V.O., ree del rapimento di Minho. Sarà il protagonista/runner Thomas (sempre interpretato dal Dylan O’Brien visto di recente al fianco di Michael Keaton in American assassin) ad organizzare una sommossa per restituire dignità a chi cerca di sopravvivere in un mondo ostile, piegato da un virus spietato. Nel cast Aidan Gillen, Giancarlo Esposito, Walton Goggins, Thomas Sangster, e Kaya Scodelario.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl saluto di Barletta a Mons. Leonardo D’Ascenzo, nuovo arcivescovo
Articolo successivoSmart toys, giocattoli intelligenti ma a rischio privacy
Michele Lasala
Michele Lasala è nato a Barletta l'11/6/1989. Ha conseguito la maturità scientifica nel 2010. Iscritto alla facoltà di Giurisprudenza, indirizzo d'impresa, é giornalista pubblicista dal 2016. Amante della lingua inglese, ha svolto un corso di Business English e possiede certificato Cambridge di livello B2. Nel 2016 consegue l'attestato Google: Eccellenze in digitale. Appassionato di Cinema e Poesia e scrittore a tempo perso, ha ricoperto il ruolo di responsabile della comunicazione presso NIDOnet e ne é attualmente addetto all'ufficio stampa. Dal Gennaio 2014 é redattore di cultura e spettacolo presso la testata telematica Barletta News.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here