VVF di Barletta: la Bat senza squadra di assistenza incendi boschivi

Marzano, Funzione pubblica Cgil Bat: “Dirottata a Putignano la squadra prevista per il distaccamento di Barletta. Provincia senza AIB”

La Provincia di Barletta – Andria – Trani avrebbe potuto avere una squadra AIB, assistenza incendi boschivi, dei Vigili del Fuoco se non fosse intervenuto il Comandante Provinciale di Bari che, con un evidente colpo di mano, ha “dirottato” la squadra prevista per il distaccamento di Barletta a Putignano.

La vicenda trae origine dalle pressioni della Funzione pubblica Cgil Bat verso la Regione Puglia grazie alle quali è stata prevista l’assegnazione, nell’ambito della convenzione AIB 2014 , di una squadra di assistenza incendi boschivi in più per il periodo che va dal primo luglio al 31 agosto al Comando Provinciale di Bari e destinata al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Barletta.

La stessa Regione, con l’intervento dell’Assessore alla Protezione Civile Guglielmo Minervini, ha inserito nell’ambito della campagna “Rischio incendi boschivi e di interfaccia 2014” la presenza della squadra AIB nella Provincia di Bat. Gli interventi nel territorio, nel solo anno 2013, sono stati ben 463 ed Andria è risultato tra i Comuni della Puglia con maggiore pericolosità di incendi: dati questi che da soli giustificavano la previsione regionale. La squadra prevista per Barletta è stata, però, in corso d’opera assegnata dal Comandante Provinciale al distaccamento di Putignano.

“La questione è stata da noi già sollevata in sede regionale, al Prefetto ed al Direttore regionale dei Vigili del Fuoco – dichiara Giuseppe Rizzi, coordinamento VVF di Barletta – oltre che al Comando Provinciale di Bari. Chiediamo dunque che la squadra AIB sia assegnata al distaccamento di Barletta così previsto nella convenzione sottoscritta tra Regione e Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco”.

“Noi della Funzione pubblica Cgil Bat, inoltre – conclude Luigi Marzano, segretario generale della categoria – non ci stancheremo mai di denunciare le difficoltà che vivono i VVF di Barletta a cominciare già dallo stato di degrado e di insicurezza in cui versa la Caserma che, in attesa della costruzione di quella nuova, presenta una serie di lacune strutturali ed il cui intervento manutentivo non è più rinviabile. Si pensi, per esempio, all’impianto elettrico che negli ultimi anni ha generato non pochi problemi di sicurezza e di black out”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here