Via dei Muratori: risposta del Sindaco nella lettera inviata alla Commissione

Via dei muratori

Cascella: “Voltare pagina e non guardare all’indietro”

 

Come avrete avuto modo di leggere in un articolo precedentemente pubblicato, ieri si è tenuta la riunione della IV Commissione Consiliare “Lavori Pubblici”, il cui tema era particolarmente scottante: stiamo parlando, ma ormai voi tutti lo saprete già, della spinosa questione dei lavori di Via dei Muratori.

Abbiamo raccontato come la storia dietro questi lavori è lunghissima, abbiamo cercato di riportare la grande tenacia di Aldo Musti, impegnato su tutti i fronti per risolvere tale questione, e abbiamo riportato come in risposta ai suoi quesiti sia arrivato, prima di ogni altra cosa, un invito a dimenticare il passato e pensare al presente.

Questo è stato anche punto cardine della lettera che oggi il Sindaco di Barletta, Pasquale Cascella, ha inviato al presidente della Commissione, Ruggiero Flavio Basile, nella quale, ringraziandolo per l’invito a partecipare alla riunione, coglie l’occasione per esprimere la propria opinione sul caso di Via dei Muratori.

1463961_642360849139241_1175671051_nVorrei cogliere l’occasione per ribadire l’impegno e la disponibilità della Amministrazione comunale per una soluzione strutturale dell’annosa questione, nei termini espressi direttamente all’imprenditore Aldo Musti, e in diverse prese di posizione pubbliche che mi permetto di allegare alla presente perché possano essere considerate nella ricognizione che la Commissione si accinge a compiere.

In particolare, desidero richiamare l’attenzione dei consiglieri su quanto ebbi a dichiarare già nel corso della campagna elettorale, così come e’ documentato da ‘La Gazzetta del Mezzogiorno’ del 18 maggio 2013: ‘E’ giusto raccogliere l’appello a utilizzare i primi cento giorni di governo locale per fare finalmente chiarezza su via dei Muratori” afferma il sindaco.

Ebbene – continua il primo cittadino – nei fatidici cento giorni dell’Amministrazione ho disposto le più accurate ricerche sugli originali delle tavole del Piano regolatore generale, anche per ottemperare a una sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale. Purtroppo i risultati dei diversi accertamenti non hanno dato l’esito atteso dal l’imprenditore Musti, il quale ha insistito sul piano giudiziario per il mio commissariamento

Insomma, un altro, seppur molto politicamente corretto, “no” alla domanda “Sarà la volta Buona?” di Aldo Musti che abbiamo riportato nel precedente articolo. Il sindaco tuttavia continua a dare la sua completa disponibilità affinché le richieste dell’imprenditore Musti possano trovare il giusto accoglimento e lascia il giudizio delle proprie azioni alle valutazione del Consiglio Comunaleunico legittimo interprete delle proprie deliberazioni, sulle richieste particolari che l’imprenditore Musti avanza in relazione ad atti precedentemente compiuti dall’Assemblea

Il pensiero che il sindaco ha poi riportato in conclusione della missiva è quello, già anticipato, di distacco dal passato per pensare unicamente ai futuri lavori e alla risoluzione della problematica: “A me spetta essere conseguente, convinto come sono che si debba voltare pagina  e non guardare all’indietro, all’impegno di portare a compimento via dei Muratori con un progetto di rigenerazione urbana coerente con gli obbiettivi del Piano urbanistico generale. Mi si permetta, in questa occasione, di richiamare l’inserimento nello schema di programma triennale dei Lavori pubblici del progetto di “completamento urbanizzazioni primarie, zona merceologica via Foggia, via dei Muratori e via degli Artigiani” (sui quali atti l’imprenditore Musti  ha già avuto accesso), ma anche di far presente che con l’Assessore alle Politiche del Territorio e gli stessi  progettisti del Piano urbanistico generale si è considerata questa scelta un primo passo verso la più strutturale operazione di rigenerazione dell’intera area”.

Insomma, per l’Amministrazione Comunale la risoluzione del quarantennale problema deve essere inquadrata in un più ampio disegno, un obiettivo all’interno del Piano Urbanistico Generale, con tanta pace dell’iter infinito che tale, possibile e mai attuata, risoluzione ha dovuto affrontare.

Ben venga, tuttavia, questo genere di soluzione, purché lo sia non solo nelle parole ma anche nei fatti, affinché tra quarant’anni non debba presentarsi l’ennesimo “imprenditore Musti” di turno per mettere in luce una questione da troppo tempo ancora aperta.

 

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteGiornata Mondiale contro il Cancro – L’obiettivo del 2014 è sfatare 4 miti
Articolo successivoVia Dei Muratori è anche la mia strada
Vittorio
Vittorio Grimaldi è nato il 17 agosto 1991. Diplomato presso il Liceo Classico "A. Casardi" di Barletta, attualmente studia Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro". Appassionato ed esperto di folklore e mitologia, gestisce dal 2013 il canale youtube a tale materia dedicato "Mitologicamente". Giornalista iscritto all'albo dei pubblicisti dell'Ordine dei Giornalisti della Puglia, dal 2014 è stato cronista politico della testata online Barletta News fino a dicembre 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here