Unimpresa: In maggior difficoltà le imprese della BAT

Lo scorso febbraio avevamo lanciato l’allarme aumento rischio del ricorso a prestiti ad usura nella Provincia di Barletta Andria Trani a causa del crescente clima di tensione negli ambienti imprenditoriali. Una preoccupante situazione che ci ha indotti a seguirla attentamente anche nei mesi successivi ed ecco che la giornata del 16 maggio, con la scadenza della prima rata dei contributi Inps per l’anno 2014, è arrivato l’ennesimo allarme che emerge dall’elaborazione dei dati relativi ai versamenti di questa antipatica e anacronistica forma di contribuzione obbligatoria che, anche per quest’anno, come per tutti gli anni precedenti, ha subito ancora una volta altri aumenti che incidono in modo importante sui bilanci delle micro e piccole imprese del nostro territorio.

Sono più di due commercianti su cinque coloro che non hanno potuto pagare la rata in scadenza il 16 maggio scorso, rinviandola ad altra data o forse, peggio, alla riscossione coatta da parte di Equitalia con tutte le conseguenze note. Tutto ciò si aggiunge agli ulteriori pagamenti che non potranno essere soddisfatti nei prossimi due mesi quando il numero delle scadenze fiscali e tributarie subirà un ulteriore, impressionante aumento anche in termini di entità. Va addirittura peggio per gli artigiani e per le imprese dei servizi dove le difficoltà economiche aziendali vengono sempre più colmate dal ricorso al sommerso con imprese che chiudono le proprie posizioni regolari per continuare comunque ad esercitare le attività in condizioni di precarietà e producendo altresì una fortissima concorrenza sleale.

Un allarme sociale quindi che è oltremodo dannoso continuare a sottacere e sottovalutare perché ora il problema più grande è dato dall’imprevedibilità di ciò che potrebbe accadere in quanto anche le riserve monetarie delle aziende, di quelle che ancora erano in questa fortunata condizione, sono da tempo esaurite senza alcuna possibilità di recupero.

A tutto ciò si aggiunga il clima di assoluta incertezza alimentato da inefficienze e ritardi politici e amministrativi, al punto che alcune forme di tassazione locale non sono ancora state chiaramente determinate con il rischio di trovarsi a pagare anticipazioni basate su calcoli improbabili e forse anche inattendibili e rivedersi conguagliare importi del tutto fuori portata e inaccettabili.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here