Unimpresa Bat: “Partecipazione attiva dei commercianti e cambiamenti reali”

L’incontro di ieri pomeriggio, con convocazione a firma di Antonio Divincenzo, Assessore alle Politiche dell’Innovazione e della Competitività e di Marcello Lanotte, Assessore alla Polizia Municipale e Mobilità del Comune di Barletta, inviata via mail alle Associazioni Maggiormente Rappresentative quindi APE (Associazione Pubblici Esercenti) Barletta, CONFARTIGIANATO Barletta, CONFESERCENTI Bat, CONFCOMMERCIO Barletta, UNIMPRESA Provinciale Bat, ACABAT (Associazione Commercianti Ambulanti Bat), FEDERCOMMERCIO, BATCOMMERCIO2010/CNA Puglia,  lo si può sin da ora definire definitivo e fondamentale vista la ristrettezza, ormai, dei tempi organizzativi e la necessità di non tergiversare oltre rispetto ad una linea programmatica che evidentemente l’Amministrazione Comunale ha già ampiamente tracciato e discusso con le parti.

Una riunione plenaria sulla quale anche l’Associazione di Categoria UNIMPERESA Bat, sempre presente ai Tavoli di Concertazione, è intervenuta tramite il proprio Presidente, Savino Montaruli, affermando: “questo ulteriore incontro è un segnale tangibile di quanto l’Amministrazione Comunale di Barletta abbia compreso la necessità di quel cambiamento culturale da noi sempre auspicato e che non si è ancora completamente realizzato seppur in presenza di molti passi in avanti. Un tavolo di concertazione allargato ai commercianti e non più ristretto solamente ad alcune singole Associazioni che spesso hanno fatto il bello ed il cattivo tempo. Un cambiamento quindi necessario e noi di Unimpresa Bat lo abbiamo fortemente voluto. I Commercianti, quindi, colgano questa occasione per proporre, migliorare, condividere ma mai per ostacolare altrimenti si costituirebbe il miglior alibi per ritornare al passato e questo non gioverebbe a nessuno. Gli Assessori Lanotte e Divincenzo ma anche la gentile e sempre disponibile Dirigente dott.ssa Santa Scommegna sono a disposizione e lo hanno già ampiamente dimostrato nelle riunioni precedenti quindi se modifiche ci devono essere alla pianificazione già approntata che esse siano migliorative e realmente sostenibili, senza dimenticare che bisogna guardare oltre quindi non si trascuri che questa fase sperimentale è propedeutica anche alla progettazione e realizzazione del Distretto Metropolitano del Commercio che ha riservato a Comuni, come quello di Barletta, tantissimi milioni di euro pronti per essere utilizzati e finalizzati. Questo significa che gli interventi all’interno del Distretto Metropolitano del Commercio, finanziato con soldi pubblici, devono essere condivisi e quindi realizzati insieme tra Associazioni, l’Ente Pubblico ed i Commercianti. A tal proposito stimoliamo l’Amministrazione Comunale di Barletta affinché faccia quello che già da tempo hanno fatto i comuni di Corato, di Ruvo di Puglia e di Bisceglie cioè deliberi immediatamente, attraverso provvedimento di Giunta, l’indirizzo politico di costituzione del D.M.C. per non perdere anche quest’altra occasione d’oro per riqualificare l’intera città ed il suo tessuto economico, sociale e produttivo” – ha concluso il sindacalista andriese.

Cordiali saluti

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here