Una foto immortala i fumi emessi dalle ciminiere: la denuncia dei cittadini corre sui social network

Il “problema inquinamento” ha sempre preoccupato la cittadinanza barlettana, in particolare gli abitanti della zona che circonda la TIMAC e la cementeria Buzzi Unicem. Negli ultimi giorni una foto scattata dall’avvocato Michele Cenci nella periferia di Barletta durante la notte ha letteralmente messo in allarme il web e non solo. La foto immortala chiaramente i fumi emessi dalle fabbriche durante le ore notturne. I residenti della zona hanno dichiarato di non riuscire neanche a respirare già a partire dalle ore serali.

La questione era già nota sia ai cittadini che alle istituzioni, senza che però si siano visti segnali evidenti di risoluzione della problematica. Le scorie emesse da queste fabbriche aumentano il rischio di incidenza di tumori e malformazioni, in particolare vivere nei pressi di una cementeria aumenta il rischio di tumore alla colecisti. Più volte è stata interpellata l’Arpa (Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Protezione dell’ambiente) affinché svolgesse delle indagini sulla qualità dell’aria di Barletta e delle zone limitrofe, ma senza risultati di rilievo.

Gli abitanti delle città italiane inquinate possono ancora ribellarsi all’immobilismo delle amministrazioni silenziose e consenzienti chiedendo il risarcimento per danni da inquinamento. Per quanto questo risarcimento possa non consistere in una cifra che cambi la vita, la richiesta di massa di più risarcimenti potrebbe finalmente far smuovere qualcosa a livello istituzionale e può costituire un modo per far valere il diritto dei cittadini alla salute e alla salvaguardia dell’ambiente in cui vivono.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here