Un successo il convegno della Confcommercio Barletta sulle Canarie

Un incontro interessante, molto interessante quello svoltosi nel pomeriggio di mercoledì 16 luglio presso Confcommercio Barletta nel corso del quale i relatori della Società Just Italy Service & Partners hanno illustrato i vantaggi e la convenienza, sia dal punto di vista territoriale che da quello fiscale e burocratico, di investire in un’area di particolare interesse turistico quali sono le Isole Canarie. Nel corso del Seminario titolato “”Le prospettive di Internazionalizzazione dei mercati e delle imprese nel prossimo futuro: Le Canarie – ottima scelta”, sono intervenuti ospiti e singoli operatori interessati all’argomento e in cerca di una via di fuga da questo territorio che ormai offre pochissime possibilità di sviluppo e di crescita e che è fortemente a rischio, da molti punti di vista, inserito in un contesto nazionale negativo come quello italiano che sempre più mira alla conservazione di un sistema oppressivo e vessatorio per le imprese, in un contesto che produce la disincentivazione della nascita delle imprese e soprattutto ignora la resistenza e la richiesta di aiuto di quelle ancora in vita. Hanno relazionato ed approfondito l’argomento il Dott. Alessandro Abate, l’Avv. Francesco Papa (esperto in Diritto Societario Internazionale), l’Avv. Enzo Brudaglio (esperto in Diritto Societario  Internazionale) e il Dott. Federico Pesiri (esperto in Fiscalità Internazionale).

La platea si è mostrata molto interessata soprattutto vedendo con i propri occhi sui grafici e sulle slides la differenza enorme in termini percentuali dei livelli di tassazione nelle Canarie rispetto a quelli italiani quindi una percentuale che si aggira attorno al 4% e che complessivamente non arriva neanche al 6% totale mentre nel nostro Paese la percentuale ormai ha superato il 68%, con un socio passivo pronto ad affossarti. Investire alle Canarie quindi significa poter beneficiare di tutti i pregi del nostro Paese quindi clima ed enogastronomia con l’aggiunta dei vantaggi di insediarsi in una realtà protesa allo sviluppo, alla crescita, alla salvaguardia dell’ambiente e dell’habibat naturale, all’attenzione per le diversità come fattore di valorizzazione, alla cultura dell’accoglienza, all’efficienza delle reti infrastrutturali e di collegamento che portano in quell’area decine di milioni di turisti l’anno quindi con enorme potenzialità economiche per gli investitori. Tutti quindi con le valige in mano verso le Canarie? Perché no! Intanto i dati ci dicono che alcune Imprese tendono a tornare a localizzarsi nel nostro Paese, naturalmente nel Nord Italia, avendo sperimentato condizioni di disagio dopo esperienze di delocalizzazione in altre aree del mondo e questo ci lascia ancora ben sperare. All’incontro barlettano, ottimamente organizzato dal Segretario Filannino, hanno anche partecipato esponenti del mondo sindacale locale e provinciale che su questo argomento stanno dando un valido contributo anche in termini di idee e di opinione.

Invalid Displayed Gallery

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here