La Pubblica Amministrazione a tu per tu con la transizione al digitale e le innovazioni richieste dalla riforma in atto per adeguarsi agli scenari europei. Il Comune di Barletta, dopo aver nominato ad agosto 2018, con atti della Giunta e del Sindaco, il proprio dirigente Responsabile per la Transizione al Digitale (RTD) e averne istituito apposito ufficio, sta procedendo nel percorso d’innovazione, formando il proprio personale affinché non sia colto impreparato dalla nuova sfida rappresentata dalla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. In questi giorni il Castello di Barletta ospita un percorso formativo organizzato dal Dirigente RTD, destinato ai responsabili dei vari servizi comunali e ai componenti della Rappresentanza Sindacale Unitaria, sul tema “Dalla digitalizzazione del documento alla digitalizzazione del processo in una logica d’interoperabilità interna ed esterna”, con l’obiettivo di assicurare la validità giuridica dei documenti amministrativi, la cui natura deve rispondere alle modalità introdotte dalla legge e assicurare, a conclusione degli iter previsti, efficienti, efficaci e accessibili servizi online ai cittadini. Un’idea trasversale a tutto il percorso formativo conferma che per fare innovazione non può bastare l’adeguamento delle tecnologie, che l’amministrazione sta programmando di mettere a disposizione per il prossimo triennio, per potenziare i propri strumenti “fisici”, ma serve parallelamente un processo di evoluzione della “cultura amministrativa” tradizionale che, con l’avvento del nuovo Codice per l’Amministrazione Digitale, deve essere in grado di assicurare, con il giusto approccio “logico”, nuove metodologie e tecniche di erogazione dei servizi. 

<<Dobbiamo misurarci con la sfida dell’adeguamento organizzativo – dichiara il sindaco Cosimo Cannito – perché è imperativo cogliere traguardi chiamati efficienza, riduzione della spesa improduttiva e miglioramento dell’accessibilità ai servizi erogati dalla Pubblica Amministrazione, che dal canto suo deve cooperare utilizzando piattaforme coerenti con i requisiti del codice digitale. Al personale degli enti compete un ruolo di primo piano nella gestione del cambiamento: deve infatti esserne protagonista attivo, vincendo le resistenze e apprezzando per primo i vantaggi originati dall’innovazione. La qualità e la preparazione che sapremo offrire con lo svecchiamento, semplificando l’interazione tra gli uffici e il dialogo degli enti, accresceranno la fiducia del cittadino verso gli operatori della Pubblica Amministrazione e internet>>. 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here