Tragedia sfiorata nel canile lager sito tra Andria e Trani

Per salvare oltre 500 cani anche volontari e Forze dell’ordine di Barletta

 

Tragedia sfiorata al Dogs’s Hostel, il canile degli orrori situato tra Trani e Andria, sottoposto a sequestro per le estreme condizioni di sporcizia, malattia e denutrizione degli animali posti al suo interno. Domenica quasi 600 cani hanno rischiato di annegare in un fiume di acqua e fango generato dalla pioggia inarrestabile di questi giorni e dalla costruzione di parte della struttura sul greto di un canale, che ovviamente sta cedendo peggiorando notevolmente la situazione facendo affluire migliaia di litri d’acqua nelle gabbie. Molti cani, cuccioli compresi sono stati ritrovati in totale stato d’ipotermia, i più gravi sono stati ricoverati, altri sono stati trasferiti in stallo temporaneo, alcuni sono tuttora sui tetti delle gabbie.

Senza i volontari accorsi un po’ dappertutto – Barletta compresa – gli animali non si sarebbero salvati. Queste persone in 24 ore hanno compiuto un’impresa eroica di cui continueremo ad aggiornarvi. Non solo hanno dovuto combattere le avversità del tempo e del buio pesto, ma hanno dovuto anche fronteggiare gli impedimenti burocratici che non permettevano loro di entrare e portare via i cani, che purtroppo sono da considerarsi ‘beni sottoposti a sequestro’. Nonostante lo stato di allerta in tutta la regione, la polizia provinciale della Bat, quella municipale di Trani e Barletta, i vigili del fuoco, i volontari di Trani Soccorso, gli auto spurgo privati e la Protezione Civile della Regione Puglia sono intervenuti, nei limiti delle loro possibilità, al fianco dei volontari della Lega del Cane e dell’Anpana, che dal giorno del sequestro si occupano di tutti gli ospiti del canile.

1452016_642713752437284_1584721298_n

In questo momento TUTTI I CANI STANNO BENE. Ovviamente sono provati e infreddoliti ma soprattutto ora hanno bisogno di cure e di una famiglia pronta ad accoglierli. Stanno proseguendo anche le operazioni di salvataggio e trasporto presso altre strutture a norma. In questo ore, inoltre, si sta stilando l’elenco dei cani usciti dal canile, di quelli da far uscire e sarà effettuato un controllo di tracciabilità dei microchip. Ogni trasferimento deve essere eseguito a norma di legge, in trasportini appositi e senza rischi. Chiunque voglia intervenire è pregato di non avventurarsi ma di contattare la Lega Nazionale per la difesa del Cane (sezione di Valenzano, Trani, Ruvo, Canosa, Andria , Molfetta) che sta organizzano una raccolta di cibo, coperte, cucce, disinfettanti, garze, medicinali, antiparassitari, sverminanti, pedane e forza lavoro per far fronte a questa emergenza.

Barletta News continuerà a seguire le vicende legate al Canile Malcangi esortando chiunque a non agire senza autorizzazioni sia per la pericolosità della strada adiacente la struttura, sia per la delicatezza della situazione che intreccia il destino di oltre 500 vite in attesa di riscatto.
La fotografia è stata scattata dal volontario Calogero Campisi.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedente“Storie di vita vissuta”, la storia che non si legge sui libri
Articolo successivoCongresso SEL: “Cum hoc, ergo propter hoc”
Giusy Del Salvatore
Giusy Del Salvatore è nata a Barletta nel 1987. Nella città pugliese porta avanti le sue attività di giornalista, blogger, copywriter, web marketing specialist e social media manager. Dopo la maturità classica conseguita presso il liceo classico “A. Casardi” di Barletta si è laureata in Editoria e Giornalismo presso l’Università degli studi di Bari. Successivamente ha frequentato il “First Master in Giornalismo", il master di “Formazione giornalistica ed editoriale”, il master in "Giornalismo Digitale" e il master in "Social Media e Digital Marketing". È appassionata di ecologia, salvaguardia animale/ambientale, poesia, letteratura, architettura, design, web e social media marketing. Ha iniziato a scrivere professionalmente occupandosi di cinema e spettacolo per la rivista Ecodelcinema mantenendo viva l'emozione della prima pubblicazione. È stata caposervizio del mensile ControStile, affrontando argomenti di ogni genere, realizzando interessanti interviste ed inchieste. Ha collaborato con il quotidiano d'informazione tecnologica HwGadget, con la rivista online LSD Magazine e con il settimanale TempoVissuto scrivendo articoli di approfondimento sociale. Nel 2012 con Aletti Editore ha pubblicato un libro di poesie intitolato "Chiamale come vuoi - Siamo solo poeti incompresi" riscuotendo discreto successo e vari apprezzamenti. Ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti in diversi concorsi poetici e letterari, pubblicando numerose poesie in antologie tematiche. Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie illustrate "Criptica come la Luna", edita da Alter Ego, finalista al Premio Carver 2016. È autrice dell’eco-blog Mela Verde News in cui e vengono trattati e approfonditi argomenti relativi alla sfera green. Attualmente è Direttore Responsabile di Barletta News e lavora come freelance per aziende e privati nell’ambito del web e social media marketing. In qualità di esperta coordina gli alunni del liceo scientifico Carlo Cafiero di Barletta nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here