Torna a vincere l’Audace Barletta. 3-1 contro la Nuova Andria

Torna alla vittoria l’Audace Barletta tra le mura amiche dopo un digiuno di tre partita. Una bella prestazione dei barlettani che vincono peró non con qualche difficoltá contro la Nuova Andria fanalino di coda del campionato di prima categoria. Iniziano fortissimo i ragazzi di mister Filomeno che dopo soli due minuti passano in vantaggio con Gerundini su assist di Binetti, anche se in posizione alquanto sospetta di fuorigioco. Ancora Gerundini qualche minuto piú tardi spara tra le braccia del portiere vedendosi negare la doppietta personale. Primi venti minuti dominati dall’Audace che abbassa i ritmi di gioco senza mai rischiare nulla sino alla fine del primo tempo.
Il secondo tempo è la copia della prima frazione, pronti via e arriva uno splendido gol di Curci che salta un avversario con un pallonetto e trafigge il portiere con un tiro che fa la barba al palo. Ancora Audace in zona offensiva con Gerundini che spara alto da buona posizione. A facilitare i giochi ci pensa la Nuova Andria ch rimane in 10 uomini per proteste anche se l’Audace si rilassa un pó troppo e patisce la voglia andriese di recuperare e uscire a testa alta dal Manzi Chiapulin, infatti arriva il gol degli ospiti su errore difensivo ch riapre la partita. L’Audace soffre ed è grazie a Zagaria se la Nuova Andria non pareggia i conti nonostante l’inferioritá numerica, prima su calcio d’angolo proprio il portiere barlettano salva sulla linea e poi respinge un tiro a tu per tu con l’attaccante. Nel finale arriva il goal che chiude i giochi, ancora Curci pennella una magnifica punizione che si insacca sotto l’incrocio dei pali sancendo il definitivo 3 a 1. Una buona vittoria per i ragazzi di mister Filomeno che risalgono la classifica e che da morale aspettando la trasferta di domenica prossima a Castelluccio dei Sauri per la sesta giornata di primacategoria pugliese girone A.

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteConsumo di carne, Confagricoltura: “Le quantità consumate non giustificano gli allarmismi”
Articolo successivoWhat’s Up ? I film al Cinema.. dal 5 Novembre
Giusy Del Salvatore
Giusy Del Salvatore è nata a Barletta nel 1987. Nella città pugliese porta avanti le sue attività di giornalista, blogger, copywriter, web marketing specialist e social media manager. Dopo la maturità classica conseguita presso il liceo classico “A. Casardi” di Barletta si è laureata in Editoria e Giornalismo presso l’Università degli studi di Bari. Successivamente ha frequentato il “First Master in Giornalismo", il master di “Formazione giornalistica ed editoriale”, il master in "Giornalismo Digitale" e il master in "Social Media e Digital Marketing". È appassionata di ecologia, salvaguardia animale/ambientale, poesia, letteratura, architettura, design, web e social media marketing. Ha iniziato a scrivere professionalmente occupandosi di cinema e spettacolo per la rivista Ecodelcinema mantenendo viva l'emozione della prima pubblicazione. È stata caposervizio del mensile ControStile, affrontando argomenti di ogni genere, realizzando interessanti interviste ed inchieste. Ha collaborato con il quotidiano d'informazione tecnologica HwGadget, con la rivista online LSD Magazine e con il settimanale TempoVissuto scrivendo articoli di approfondimento sociale. Nel 2012 con Aletti Editore ha pubblicato un libro di poesie intitolato "Chiamale come vuoi - Siamo solo poeti incompresi" riscuotendo discreto successo e vari apprezzamenti. Ha ricevuto molteplici premi e riconoscimenti in diversi concorsi poetici e letterari, pubblicando numerose poesie in antologie tematiche. Nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie illustrate "Criptica come la Luna", edita da Alter Ego, finalista al Premio Carver 2016. È autrice dell’eco-blog Mela Verde News in cui e vengono trattati e approfonditi argomenti relativi alla sfera green. Attualmente è Direttore Responsabile di Barletta News e lavora come freelance per aziende e privati nell’ambito del web e social media marketing. In qualità di esperta coordina gli alunni del liceo scientifico Carlo Cafiero di Barletta nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here