Topolino, o Mickey Mouse che dir si voglia, ha festeggiato i primi 90 anni la scorsa domenica 18 novembre. Sebbene il topo con i guanti bianchi più famoso al mondo sembri sempre giovane e adatto all’attualità, sono già passati 9 decenni dalla sua prima apparizione in scena.

Non tutti sanno che Walt Disney, padre di Topolino, nel 1928 non era ancora nel suo periodo di maggiore invenzione: le difficoltà economiche del tempo gravavano anche sull’allora giovane artista. Dopo una serie di insuccessi che gli avevano provocato la perdita di diversi collaboratori, era rimasto solo con il suo amico disegnatore Ub Iwerks. Sebbene il duo progettasse numerosi personaggi, nessuno sembrava colpire il grande pubblico. Un giorno, l’illuminazione: un roditore marrone si iniziò ad aggirare nello studio di Disney di Kansan City. Walt Disney decise, saggiamente, di abbandonare tutti i progetti in corso e di dedicarsi al simpatico piccolo topo dal nome ‘Mortimer’.

Poco prima della presentazione ufficiale, l’infelice nome (sotto suggerimento della moglie) venne cambiato in Mickey Mouse. Tutte le speranze riposte dall’artista nella sua nuova creazione però, vennero disattese: sia il primo cortometraggio con il topo protagonista che il secondo si dimostrarono un flop. Topolino arrivò al successo solamente con il terzo cortometraggio, presentato al Colony Theater di New York con una piccola aggiunta rispetto alle prime due rappresentazioni: il sonoro sincronizzato doppiato direttamente dal suo creatore.

Il resto, come ben sappiamo, è storia. Storia che si tramanda di generazione in generazione, ben 90 anni dopo: Forbes ha addirittura consacrato Topolino come il personaggio più redditizio della storia.

Il topo sempre sorridente e gentile piace ai bambini e ai loro genitori: la critica premia il suo ideatore Walt Disney con un Oscar onorario, la seconda delle 26 statuette conquistate agli Academy, battendo ogni record.

Oltre ai cortometraggi, Topolino a partire dal 1930 è presente anche sulla carta stampata: il primato questa volta spetta tutto all’Italia, primo Paese ad intitolargli un giornale che esce tutt’ora settimanalmente in edicola.

Il simpatico Mickey Mouse, da sempre innamorato di Minnie, è l’amico del cane Pippo e lo zio di Tip e Tap. Oltre alla parte dei ‘buoni’, come ogni mito che si rispetti, ci sono anche i ‘cattivi’: immancabili sono anche loro, Gambadilegno e Macchianera. 

I festeggiamenti dei 90 anni di Tipolino perdureranno per tutta la settimana: la Panini Comics ha deciso di festeggiare con un’uscita alquanto particolare: un albo speciale raffigurante le tavole e le storie d’autore. Anche le collezioni moda hanno deciso di omaggiare il topo più amato: Topolino è presente in Levi’s, Swaroski e Gucci.

La festa più grande, però, gli è stata dedicata dal parco a tema Disneylande dalla rete statunitense ABC, la quale ha dedicato a Mickey Mouse due ore in prima serata al suo speciale. Immancabile nei festeggiamenti anche l’arte: a New York è stata inaugurata una mostra in suo onore, “Mickey: The True Original Exhibition”. Un’iniziativa simile è presente anche in Italia, più precisamente a Desenzano del Garda, dove è possibile visitare  la mostra “Mickey 90 – L’arte di un sogno”.

Il tutto in previsione del Centario della sua invenzione, che dati i pressuposti, non mancherà di arrivare. Mille di questi giorni!

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here