Tommy Dibari presenta a Barletta il suo libro dedicato a Pietro Mennea

Tommy Dibari

Prima presentazione barlettana per il libro su Pietro Mennea scritto da Tommy Dibari. Si terrà sabato 24 novembre, alle ore 19, nella sede dell’agenzia Wake Up, in via Giuseppe De Nittis 15.

Definito da molti come il più grande atleta italiano di tutti i tempi, Pietro Mennea è stato l’unico velocista in grado di detenere un record del mondo, nei 200 metri, per oltre 6.000 giorni. Tutti conoscono i suoi successi sportivi. Ma com’era l’uomo Pietro Mennea? Tommy Dibari, scrittore e autore televisivo, direttore generale della Wake Up, ha tracciato un ritratto della “Freccia del Sud” attraverso il suo docu-romanzo, intitolato “Pietro Mennea, l’uomo che ha battuto il tempo” ed edito da Cairo Editore con il supporto della Fondazione Casillo.

Il libro, nelle librerie da poco più di un mese, ha debuttato al Festival dello Sport di Trento, una presentazione a cui, oltre a Tommy Dibari intervenne Manuela Olivieri Mennea, moglie dell’indimenticato Pietro. “Sono felice di questa prima presentazione a Barletta”, commenta lo scrittore. “Abbiamo già ricevuto moltissime adesioni, quasi certamente ci sarà bisogno di un secondo appuntamento. Niente di eccezionale, a Barletta il mito di Pietro Mennea è ancora vivo in tutti noi. Ho più volte dichiarato che per me è stato un onore oltre che una grande responsabilità scrivere di un mio idolo, un uomo che per me è stato un esempio di vita. E sono felice dei tanti inviti che sto ricevendo da tutta Italia, soprattutto da parte delle scuole. Mennea dovrebbe essere insegnato ai giovani, perché rappresenta un esempio sano ed oggi purtroppo non ce ne sono tanti per i nostri ragazzi. L’idea di presentarlo a Barletta mi emoziona, sono davvero felice”.

Il libro sarà presentato dal giornalista Antonio Procacci e da Marilù Ardillo, responsabile comunicazione della Fondazione Casillo. Sarà un’occasione per condividere un momento importante fatto di cultura, sport e comunicazione. Al termine, un piccolo rinfresco per brindare insieme alla prima tappa del tour letterario e dare spazio al firma copie.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here