Il tiro dinamico sportivo, una disciplina che sta iniziando ad avere una visibilità sempre più ampia. Merito del suo fascino, e ovviamente delle performance di alcuni atleti italiani. Una prova viene data dal team di Barletta, che lo scorso anno ha ottenuto il titolo di campione federale in questa pratica sportiva. Si parla dell’ASD Fieramosca, che ha appunto portato a casa un bel trionfo nella Classic Division. Di conseguenza, oggi scopriremo in cosa consiste il tiro dinamico sportivo, e come praticarlo.

Cos’è il tiro dinamico sportivo

Il nome di questa disciplina spiega in gran parte la logica che si cela dietro il tiro dinamico sportivo. In pratica, gli atleti vengono coinvolti in veri e propri percorsi a tappe, armati di pistola. Lo scopo è quello di colpire certi bersagli lungo gli spostamenti nel tracciato, da varie distanze e anche da sdraiati. I bersagli possono essere di varie tipologie, e si va da quelli di carta fino ad arrivare a quelli metallici o a quelli che oscillano.

Come praticare questa disciplina

Per poter avere accesso a questa interessante disciplina, bisogna essere innanzitutto maggiorenni, e aver ottenuto il porto d’armi. Serve anche seguire e superare un corso specifico di tiro (Livello Bronzo), ed è possibile trovarlo nella lista dei corsi autorizzati e tenuti dalla FITDS. Il superamento del corso risulta essere fondamentale, anche per prendere confidenza con le dinamiche della disciplina, e l’utilizzo delle armi in specifiche situazioni. A proposito di armi, quali sono quelle usate nel tiro dinamico sportivo? Le handgun, gli shotgun e i classici fucili (rifle). Da aggiungere che oggi queste armi possono essere acquistate anche online, recandosi su shop online come estore.beretta.com, uno dei più famosi in questo ambito. Naturalmente ogni arma compete in una categoria specifica, e ogni categoria possiede diverse divisioni, in base alla variante dell’arma.

Altre informazioni utili da conoscere

Ora che abbiamo chiarito il cosa e il come, occorre capire anche dove è possibile praticare il tiro sportivo dinamico. Non si tratta di un argomento complesso, perché le regole sono piuttosto chiare in proposito. Stando ai regolamenti, infatti, è possibile praticare questa disciplina solamente sui campi di tiro autorizzati dalla FITDS. Per quanto concerne gli esercizi inclusi in questo sport, occorre citare lo short, il medium e il long courses. In base all’esercizio, inoltre, cambiano il numero di colpi da mettere a segno, e anche altre regole. Poi è utile specificare che questa disciplina richiede una grande preparazione, sia da un punto di vista fisico che mentale. Infine, altre doti necessarie per praticarla sono ovviamente la prontezza di riflessi e la precisione della mira.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here