Terremoto in provincia di Macerata. Una scossa di magnitudo 4.6 è stata registrata alle 5.11 con epicentro a 2 chilometri da Miuccia ed epicentro a 9 km di profondità.

Oltre che a Miuccia, Pieve Torina, nelle Marche la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Umbria e altre 20 scosse si sono verificate nella zona con magnitudo 2 nell’arco di due ore. lo riporta l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Ingv. 

Tra i danni registrati al momento risulterebbe danneggiato solo il piccolo campanile della Chiesa del 600 Santa Maria di Varano e per fortuna non si riscontrano danni nelle casette.

Su ben 920 abitanti, 550 sono stati sistemati nella Sae (le soluzioni abitative di emergenza), 120 – 130 persone si trovano in case agibili e il resto è in sistemazione autonoma.

Per quanto riguarda le zone limitrofe sembra che non ci siano danni significativi. Ad Ocre ,comune Aquilano dove è stata registrata una scossa di magnitudo 3.3, non sembra sia stata avvertita alcune oscillazione e gli abitanti riferiscono di aver sentito ,più che altro, un boato significativo.

All’Aquila, invece, a 10 km, la scossa è stata avvertita in buona parte della città.

Le famiglie sono state evacuate e il capo della Protezione Civile Angelo Borelli e il governatore della Regione Marche hanno tranquillizzato i cittadini sostenendo di aver messo in campo tutta l’assistenza necessaria per la popolazione.

Il ministero dei Beni culturali ha attivato le proprie unità per la verifica dei danni e l messa in sicurezza del patrimonio culturale.

In ogni caso, sia il il terremoto di magnitudo 4.6 e sia le numerose repliche, almeno tre delle quali di magnitudo compresa tra 3 e 4 rientrerebbero nel margine settentrionale della sequenza che si è attivata il 24 agosto 2016.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here