Durante la notte scorsa un terremoto di magnitudo 6,8 ha colpito l’epicentro del mar ionio, a 38 km dall’isola di Zante (Zacinto) in Grecia, ad una profondità di 14 chilometri. La scossa è avvenuta intorno alle due del mattino causando solo qualche danno limitato e per fortuna nessuna vittima del sisma, solo un disagio a causa della mancata corrente elettrica per diverse ore.

Subito dopo la scossa sono state avvertite lievi scosse di assestamento ed è stata diffusa un’allerta tsunami anche in Italia, ma pare non si sia verificata alcuna onda anomala e intanto in Italia è cessata l’allerta.

Subito dopo il terremoto l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia aveva consigliato di stare lontani da coste e spiagge. Comunque nonostante sia cessata l’allerta tsunami, lo stesso istituto ha registrato “che un’anomalia di circa 10 centimetri si è osservata al mareografo di Le Castella, in provincia di Crotone e confermerebbe l’allerta tsunami arancio per le coste ioniche italiane”.

Il terremoto è stato avvertito fino ad Atene e in tutto il sud Italia, persino a Barletta dove subito dopo il terremoto il web è stato invaso da pubblicazioni di post in merito al sisma avvertito. 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here