Comune di Barletta e Bar.S.A., telecamere contro chi sporca la città

incontro telecamere

Insieme contro chi sporca la città, il Comune di Barletta e Bar.S.a. attiveranno controlli a tappeto e sanzioneranno, grazie alla collaborazione della polizia municipale, chi non conferisce i rifiuti nei tempi e nei modi stabiliti, lasciandoli per strada, a ridosso delle campane per la raccolta del vetro, sotto i marciapiedi e accumulandoli in piccole quanto diffuse discariche a cielo aperto, compromettendo il decoro della città e rendendo, soprattutto in estate, precaria la situazione igienico sanitaria.

E’ questo il messaggio chiaro emerso oggi pomeriggio nella conferenza stampa che si è svolta nella sala giunta di palazzo di città, con il sindaco, Cosimo Cannito, il presidente del Collegio sindacale di Bar.s.a., Lorenzo Chieppa, e il comandante della polizia municipale, Savino Filannino, presenti anche gli assessori e il dirigente del Settore Ambiente del comune Donato Lamacchia.

Non si può consentire che il comportamento incivile di pochi danneggi la città, anche in termini economici oltre che di immagine, tutto questo graverà sui cittadini – contribuenti, per questa ragione – annunciano il sindaco di Barletta Cosimo Cannito e Lorenzo Chieppa per Bar.S.a. – d’ora in poi ci sarà tolleranza zero contro chi sporca, che compie una offesa alla città!”.

Il paradosso è che, a una percentuale media di raccolta differenziata tra le più alte in tutta la Puglia, fa da contraltare una fotografia della città degradata. L’amministrazione comunale con l’ausilio di ispettori Bar.s.a. ha deciso di mettere in campo tutti gli strumenti necessari e utili per risolvere questo problema.

Sarà, pertanto, potenziata la videosorveglianza, esistono già foto trappole che hanno consentito di incastrare, come mostrato in un video dal comandante della Polizia municipale Savino Filannino, e di sanzionare i responsabili, e sarà istituito un gruppo di lavoro, una sorta di task force, che consentirà di ottenere un controllo capillare del territorio.

Nel corso della conferenza stampa sono state mostrate le immagini degli interventi di pulizia e lavaggio delle zone urbane ed extraurbane di Barletta, quelle lungo le complanari, da via Andria e fra le uscite di Canne e quella di Boccadoro; la pulizia e il lavaggio del sottopassaggio di via Imbriani; un intervento di sanificazione nel mercato rionale di piazza Divittorio; le strade del centro storico e il perimetro delle antiche mura e altri, dal centro alla periferia.

“Prevederemo – ha annunciato il sindaco – il potenziamento delle unità operative in Bar.s.a. per far fronte alla mole di lavoro per la città in questo periodo, attingendo per contratti a tempo determinato alle liste dell’ufficio di collocamento”.

Fra gli altri interventi programmati vi è quello della rimozione delle campane per la raccolta del vetro, la rimozione dei contenitori per la raccolta degli abiti usati e il volantinaggio pubblicitario che sporca la città e comporta un grande lavoro da parte degli operatori Bar.s.a. e nessun guadagno per le casse comunali.

Infine è stata annunciata e presentata la campagna di sensibilizzazione e informazione che, a partire dal 6 agosto prossimo, campeggerà su manifesti 6×3 e sarà veicolata su tutti i media. E’ strutturata e pensata in due fasi, una prima che, appunto, mira a sensibilizzare i cittadini sulla necessità di tenere la città pulita, di sentirsi corresponsabili del decoro e della cura di Barletta, #laCittachecipiace; la seconda invece informerà che il tempo della “tolleranza” è finito e che “chi sporca paga”.

 

“I cittadini devono conoscere i propri doveri, l’impegno di chi amministra e il lavoro degli operatori di Bar.S.a., che stanno facendo un lavoro impeccabile – conclude il sindaco Cannito – nella cura della città. E questo perché quegli stessi cittadini hanno il diritto di vivere in una città pulita e in cui si rispetti l’ambiente”.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here