#Tecnologia, la rivoluzione dei droni

Fino a pochi anni fa erano solo presenti in film e libri di fantascienza, oggi fanno parte del nostro presente. I “droni” ovvero quei velivoli senza pilota, sono sicuramente una delle rivoluzioni tecnologiche del terzo millennio.

Siamo abituati a vederli solo come semplici giocattoli, o come dei fantastici regali per compleanni o festività varie, ma pochi sanno che questa tecnologia è largamente usata in campo professionale per molteplici scopi. Numerose le grandi aziende che li utilizzano quotidianamente come ad esempio una famosa agroalimentare italiana che fra Emilia–Romagna e Lombardia controlla ogni pianta in tempo reale riesce ad intervenire solo dove serve riducendo gli sprechi e l’impatto ambientale.

dron1Altro esempio è la più grande multinazionale dell’e-commerce che ha avviato progetti di ricerca per la consegna dei suoi pacchi tramite l’uso di droni. Non solo le grandi aziende utilizzano gli APR (Aeromobili a Pilotaggio Remoto) ma anche piccoli professionisti come architetti e geologi per rilievi in 3D o ispezioni di aree a rischio.

Il mercato è in crescita esponenziale, e numerose sono le aziende italiane che dominano il mercato con la produzione di modelli professionali costruiti a mano seguendo le specifiche richieste dei clienti, mentre per quanto riguarda il settore Prosumer i migliori costruttori sono la francese Parrot e la cinese Dji.

drone2In Italia la normativa per il pilotaggio di droni professionali non è molto chiara e ha molti lati oscuri, ma l’unica cosa certa è che per diventare un pilota professionista serve dotarsi di una licenza di volo rilacianta dall’ ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) quindi bisogna sostenere degli esami sia pratici che teorici.
Questa è una delle motivazioni che hanno dato spunto a molti imprenditori che cogliendo le necessità del mercato hanno avviato dei siti specializzati dove è possibile noleggiare sia i droni che i piloti, e di conseguenza è nata una nuova figura professionale molto richiesta che è appunto quella del “Pilota di Droni Professionale e Certificato”.

In italia è presente una vasta comunità di simpatizzanti che si autocostruisce i propri mezzi, ricorrendo spesso all’uso della tecnologia di Stampa 3D per la produzione di componentistica di alta qualità a basso costo, infatti questi due settori al momento sono tra i principali traini del mercato nazionale e internazionale. È sempre meglio affidarsi a macchine omologate e progettate tramite l’uso di tecnologie industriali per non ricorrere a spiacevoli sorprese anche dal punto di vista legale.

a cura di Andrea Antonio Fioravante

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here