“Suoni e Azioni in Danza” – Workshop creativo a cura di Giorgio Rossi

Un laboratorio intensivo di sei giorni condotto da Giorgio Rossi rivolto a danzatori professionisti, allievi esperti e attori interessati alla poetica del movimento.
Nel progetto sono coinvolti anche i musicisti Cosimo Di Palma (percussioni) e Andrea Lamacchia (contrabbasso e suoni), per uno scambio di linguaggi tra danza e musica attraverso l’improvvisazione. Durante il workshop verrà realizzata una produzione inedita, una coreografia con musica dal vivo pensata su misura da Giorgio Rossi per gli artisti partecipanti, che sarà presentata al pubblico al termine dell’esperienza formativa. Assistente alla regia/coreografia è il danzatore Davide Valrosso. Il laboratorio e la performance conclusiva si svolgeranno nella sala circolare dei Sotterranei del Castello di Barletta.

Azioni in danzaIl laboratorio sarà diviso in diverse parti:

– riscaldamento del corpo

– apprendimento di sequenze di movimenti

– lavoro in coppia o gruppi su varie energie e qualità di movimento nello spazio

– improvvisazioni

– composizioni singole e di gruppo

Le diverse sezioni saranno accompagnate da tempi di riflessione e di considerazione del lavoro svolto.

Soavità e consapevolezza nella scrittura del movimento danzato attraverso la musica

 In questi giorni di laboratorio svilupperemo l’esaltazione e l’ascolto dei nostri sensi, sia quelli accessori alla percezione del mondo esterno che quelli che danno senso al nostro essere, più legati alla sfera dell’istinto e dell’ emotività. Creeremo sequenze di movimenti evocativi e narranti l’essere umano, dove le intenzioni e le sensazioni saranno il motore della creazione in un caleidoscopio di sorprese.  Attraverso l’ascolto della musica dal vivo, in una continua interazione tra suono – inteso come vibrazione e proiezione di onde sonore nello spazio – e danza inventeremo un movimento tridimensionale in stretta relazione con spazio e tempo.  Sarà fondamentale creare nel gruppo dei partecipanti, muniti di strumenti sonori o di corpi risuonanti nello spazio, una intesa e un ascolto intimo, semplice, aperto, disponibile, cangiante e straordinario” afferma Giorgio Rossi.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here