Successo per l’orchestra Soundiff a Palazzo della Marra

Grandissimo successo per il secondo e attesissimo appuntamento della 6.a Edizione della Rassegna “MusicArte”, organizzata dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, in collaborazione con il Comune di Barletta, nell’ambito dell’Estate Barlettana.
Standing Ovation e tre bis per l’Orchestra da Camera Soundiff – Diffrazioni Sonore, e per l’eccellente solista Carmine Rizzi, presso la corte del Palazzo della Marra, nell’ambito del Concerto “Il Fin la Meraviglia”, che durante tutto il concerto ha perso le sue dimensioni, cancellando le coordinate spaziali e temporali, proiettando tutti in una dimensione senza spazio e senza confini. Barletta si è trasformata in Venezia, Roma Firenze, Vienna……..
Elettrizzante , con una interpretazione fresca, vivace e spigliata è stato il concerto che l’orchestra , formata da 15 musicisti, ha saputo offrire sin dalle prime note, imponendosi all’attenzione dello straripante pubblico che ha riempito , come un uovo, la corte del Palazzo della Marra, spettacolare e imprescindibile scenario per un repertorio che prevedeva un programma che ha celebrato il Barocco in tutti i suoi aspetti e sfaccettature da Bach a Purcell, da Pachelbel a Haendel da Boccherini fino al Vivaldi più radioso.
Stupore è stata la chiave di lettura dello spettacolare concerto a cui abbiamo assistito.
Sin da subito la concentrazione dei musicisti si è fusa con quella degli spettatori in un tutt’uno realizzando un profondo e commovente legame che è stato reso ancora in maniera più salda dalla perfetta esecuzione del solista Carmine Rizzi che con la continua e raffinata ricerca di soluzioni musicali e coloristiche, dinamiche ed espressive ha saputo rendere in modo virtuosistico la musica di Vivaldi sempre affascinante, suadente e a tratti travolgente regalandoci una indimenticabile esecuzione dell’Estate vivaldiana .

Da rimarcare sicuramente la qualità interpretativa dell’Orchestra Barocca, formata da giovani strumentisti e da prime parti di indiscusso prestigio artistico, fatta di curata raffinatezza, perfetto assieme e netta disciplina estetica unita ad un perfetto rigore interpretativo.
Notevolissima è stata la tavolozza timbrica che l’Orchestra da Camera Soundiff è riuscita a creare.
Ricca e finemente sfumata, la vitalità ritmica e la capacità di rendere l’atmosfera dei movimenti lenti, qualità esaltata dalla sorprendente presenza di prime parti di notevole spessore artistico che hanno tenuto bordone ai giovani artisti che rappresentano la struttura portante dell’orchestra.
Qualità del suono e interpretazione spettacolari, questo il risultato del concerto che ha saputo offrire brani intensi e ben eseguiti, mai sopra le righe, frutto di una approfondita lettura .
Impeto ed esuberaza alternata a dolcezza e intensità , coerenza e equilibrio tra i movimenti estremi e quelli centrali, tecnica impeccabile e capacità di rendere quasi tangibile la luminosità , la concretezza e la ricchezza degli accenti, caratteristiche proprie del genio vivaldiano, sono state invece le cifre fondamentali dell’esecuzione del solista Carmine Rizzi che ha continuamente costruito un profondo dialogo con tutta l’Orchestra .
Grande generosità di suono , in un gioco tra tensione ed elasticità , un continuo intreccio tra l’energia dei passaggi veloci e di grande temperamento e la raffinata interpretazione dei tempi lenti, in un interssante dialogo a più voci in cui il suono del gruppo variando di brano in brano ha assecondato l’andamento della musica, esprimendo lo spirito barocco in modo idealmente perfetto.
Tutto il concerto,un viaggio nella “Meraviglia” che risulta particolarmente ben realizzato, non banale ma ricercato ed eseguito in maniera impeccabile dal giovane ma affiatato gruppo che ha dimostrato maturità interpretativa , lettura avvincente, ricca di sfumature insieme a un suono corposo ma estremamente duttile.
L’orchestra da Camera Soundiff – Diffrazioni Sonore, un gruppo da seguire, sicuramente in ascesa, che ci riserverà grandi soddisfazioni .

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here