“Striscia la notizia” intervista Monsignor Picchierri sul “tariffario” di alcune parrocchie

Fabio e Mingo di “Striscia la Notizia” tornano in Puglia, questa volta per parlare di “Tariffe Sacrosante”. A finire nel mirino è una parrocchia di Corato, denunciata al programma televisivo con l’accusa di richiedere un vero e proprio tariffario per le sante messe, che arriva fino a circa 330 euro mensili per una messa in suffragio al giorno oppure 10 euro solo per una messa.

Dopo la verifica di rito da parte di una attrice che filma il tutto con telecamere nascoste, come da prassi, i due giornalisti si recano dall’arcivescovo della diocesi Barletta-Trani-Bisceglie Monsignor Picchierri per chiedere spiegazioni. “Non è stato Papa Francesco a definire scandalose le tariffe per le messe?”, gli domandano. L’arcivescovo afferma che questa pratica non viene effettuata solo nella sua diocesi, ma in molte diocesi di Puglia e che inoltre verrà fatto discernimento. Nonostante la prima non sia una giustificazione e la seconda non sia una garanzia, la speranza è l’ultima a morire.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here