Strisce Blu nell’area mercatale di Andria: lunedì sopralluogo con assessore e dirigente. Montaruli: “Il comune riconosce le nostre osservazioni”

E’ terminata alle 18,00 la seduta che ha registrato la presenza della nuova assessora alle Attività Produttive del comune di Andria, l’avv. Maria Teresa Forlano, il dirigente di Settore, ing. Felice Piscitelli, i rappresentanti delle Associazioni di Categoria UNIMPRESA BAT, CASAMBULANTI ITALIA, BATCOMMERCIO2010/C.N.A. PUGLIA E A.C.A.B..

Presente anche un nutrito numero di concessionari di posteggio nel mercato settimanale del lunedì.

All’ordine del giorno della riunione spontanea la questione relativa al rifacimento degli stalli nell’area mercatale, le cosiddette strisce blu che hanno suscitato disorientamento e malumori oltre che preoccupazione per la ristrettezza degli spazi da occupare.

Al termine della lunga analisi i rappresentanti dell’Amministrazione comunale hanno riconosciuto le ragioni espresse dai rappresentanti sindacali e dagli operatori presenti all’incontro e si è addivenuti alla definizione di un percorso comune e condiviso che porterà comunque alla determinazione di elementi organizzativi logistici, di sicurezza, all’interno dell’area mercatale, a cominciare dalla definizione degli stalli adibiti al montaggio delle attrezzature di vendita per continuare verso la riqualificazione del mercato, in sintonia con le prospettive e la progettualità avanzata proprio dalle organizzazioni sindacali, da anni all’ordine del giorno.

E’ stato altresì definito che il prossimo lunedì ci sarà un sopralluogo all’interno del mercato da parte delle Delegazione costituita da associazioni e referenti istituzionali, a cominciare dalla polizia municipale ed assessorato, al fine di addivenire alla corretta definizione degli stalli e alla definitiva strutturazione dell’area.

Il Presidente UNIMPRESA BAT, Savino Montaruli, ha espresso soddisfazione sia per la disponibilità e l’accoglienza da parte della neo assessora avv. Forlano sia per il fatto che gli operatori ora possono restare tranquilli che lunedì prossimo sarà una fase transitoria con la sospensione delle procedure che invece si sarebbe voluto avviare senza la necessaria condivisione e che avrebbero ingenerato tensione e fibrillazioni.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here