Stabilimenti balneari di Barletta: la TARI al 50%

Approvata all’unanimità dalla Commissione Bilancio del Comune di Barletta di riduzione del 50% della Tassa sui rifiuti (TARI) per l’anno 2014 per gli stabilimenti balneari di Barletta.

La commissione Bilancio del Comune di Barletta ha accolto all’unanimità la proposta presentata tramite emendamento dal consigliere comunale Filippo Caracciolo di riduzione del 50% della tassa sui rifiuti (TARI), una tantum e solo per l’anno 2014, approvata con delibera di giunta comunale n° 159 del 30/07/2014 per la categoria degli stabilimenti balneari. Le entrate minori derivanti pari ad euro 8.675,00 saranno compensate con minori stanziamenti di spesa al codice di bilancio 1.5.02.03

“Ho voluto lanciare un concreto segnale – scrive Filippo Caracciolo – in risposta alla richiesta inoltrata dai rappresentanti delle associazioni di categoria aderenti a Confesercenti e Confcommercio. Il dimezzamento della tassa sui rifiuti (TARI) per gli stabilimenti balneari di Barletta per l’anno 2014 è una misura che ha lo scopo di limitare gli aspetti negativi che ha penalizzato il comparto delle attività turistico-ricettive tenendo conto del maltempo che ha caratterizzato la stagione estiva e gli inevitabili disagi collegati ai divieti temporanei di balneazione disposti precauzionalmente dall’amministrazione a causa della presenza di canali che sfociano a mare e scaricano le acque meteoriche di dilavamento.  L’azione intrapresa in Commissione Bilancio dimostra la vicinanza del sottoscritto ai temi della città e l’attenzione nei riguardi delle attività produttive”.

“Ringrazio i colleghi consiglieri comunali, il sindaco ed il dirigente competente per aver condiviso all’unanimità la mia proposta di dimezzamento della tassa comunale TARI per gli stabilimenti balneari. Sono convinto che l’attenzione dimostrata nei confronti degli operatori che operano in settori strategici per l’economia locale siano di buon auspicio per il futuro. Ribadisco l’impegno nell’essere al loro fianco nei momenti di difficoltà sia per le problematiche di carattere locale che di carattere regionale”.

“In data odierna la Commissione Bilancio del Comune di Barletta – continua Filippo Caracciolo – ha affrontato un altro emendamento presentato dal sottoscritto. Partendo da una petizione popolare protocollata lo scorso 3 Settembre la Commissione ha richiesto all’amministrazione un fattivo impegno per la realizzazione di una banchina che consenta l’accesso ai natanti da parte dei soggetti diversamente abili. Abbiamo, sul punto, raccolto l’impegno dell’amministrazione che si è attivata e ha fatto richiesto presso l’Autorità Portuale del Levante dell’autorizzazione necessaria alla realizzazione della banchina, per porre rimedio ad una grave carenza strutturale che crea ogni anno importanti disagi ai soggetti diversamente abili”.

“Da consigliere comunale e regionale – conclude Filippo Caracciolo – continuerò a battermi per crescita del territorio. Dopo la riduzione del 50% della tassa sui rifiuti (TARI) per gli stabilimenti balneari per l’anno 2014 l’azione politica per la crescita delle potenzialità di Barletta si concretizzeranno nel corso della seduta, fissata per Mercoledì 10 Settembre, della Commissione Ambiente della Regione Puglia di cui sono presidente. Così come lavorerò affinché possa trovare accoglimento l’altra proposta dei rappresentanti delle associazioni di categoria degli stabilimenti balneari relativa alla istituzione del Tavolo per lo Sviluppo del turismo balneare come luogo di confronti tra operatori ed istituzioni”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here