E’ già trascorso oltre un mese da quel tragico 14 settembre, dove la nostra Chiara, giovane studentessa, iscritta al III anno di Ingegneria Gestionale mentre era a Manresa, nei pressi di Barcellona (Spagna) impegnata per l’Erasmus per cause accidentali, precipitava nel vuoto.

Oggi Chiara dopo giorni di coma, ha riaperto gli occhi, muove la mano, pian piano comincia a respirare autonomamente.

Stante la sua grave situazione clinica, ella è giovane, forte e può recuperare.

Deve recuperare!

Ad aiutare, nel sostenere gli sforzi che la sua famiglia dovrà affrontare anche la Presidenza della Provincia BAT, si mobilita.

L’Avv. Nicola Giorgino, presidente dell’Ente sensibile agli accadimenti in cui vengono coinvolti giovani vite, ha inteso promuovere un’azione propulsiva verso le Amministrazioni comunali ricadenti nel territorio e verso i Dirigenti scolastici, necessaria a contribuire per sostenere gli elevati oneri di terapia e degenza.

Chiara dovrà lottare per realizzare i suoi sogni e per farlo dovrà sarà assistita in Austria, presso l’unica clinica neurologica e di neuro-riabilitazione acuta capace di somministrale terapie robotiche innovative e di ultima generazione.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here