Barletta, spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale: arrestati tre barlettani

arrestati

Ieri mattina, a Barletta, la Polizia di Stato in tre distinte attività, ha tratto in arresto tre barlettani, DIGA Ruggiero, 30enne pregiudicato, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, nella flagranza del reato di resistenza a Pubblico Ufficiale, ARDILLO Emanuele 26enne pregiudicato, sorvegliato speciale, responsabile di violenza, resistenza e lesioni a P.U. ed infine CALAMAIO Mattia Nicola, 28enne pregiudicato, colpito da un rintraccio per una pena residua da scontare di 3 anni e 6 mesi di reclusione.

  • Nella prima attività, gli agenti del Commissariato si sono recati presso l’abitazione del Diga per eseguire una perquisizione domiciliare finalizzata alla ricerca di sostanze stupefacenti, avendo avuto notizia che lo stesso, nonostante le prescrizioni cautelari, perseverava nell’attivita’ di spaccio.

L’uomo, alla vista dei poliziotti, per sottrarsi alla perquisizione, con forza opponeva resistenza al loro ingresso nell’abitazione, tanto che i poliziotti riuscivano ad accedere solo grazie alla superiorita’ numerica.

La perquisizione, nonostante non venisse rinvenuto stupefacente, ha permesso di sequestrare un telefono cellulare, un bilancino di precisione e dei ritagli di cellophane che, analizzati dalla Polizia Scientifica, sono risultati intrisi di cocaina.

Dopo la convalida dell’arresto il 30enne è stato dapprima ricollocato agli arresti domiciliari e successivamente, stante la violazione delle prescrizioni della misura degli arresti domiciliari, tradotto presso la Casa Circondariale di Trani, con aggravamento della misura inizialmente disposta.

 

  • La seconda attività, incardinata nell’ambito dei servizi finalizzati alla repressione dello spaccio di droga, ha visto gli agenti del Commissariato eseguire una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Ardillo Emanuele, 26enne pregiudicato e sorvegliato speciale.

Lo stesso, al fine di sottrarsi a tale operazione opponeva violenza e resistenza, non esitando a provocare lesioni ai poliziotti.

Nella circostanza Ardillo Emanuele è stato tratto in arresto e su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Trani è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

 

 

  • -Infine, nel corso dei servizi straordinari di controllo del territorio, i poliziotti hanno rintracciato Calamaio Mattia Nicola, 28enne pregiudicato barlettano, colpito da ordine di cattura della Procura Tranese, per l’espiazione di una condanna ad anni 3 e mesi 6 di reclusione, in ordine ai reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here