Smart Strategy, a Barletta convegno con Alessandro Borrelli

Smart Strategy

“Il sistema di Protezione civile nel nostro territorio funziona perché abbiamo fatto formazione e, purtroppo, abbiamo avuto diverse occasioni per testare sul campo quanto appreso, mettendo alla prova la nostra capacità di intervento e soccorso, come nel caso del disastro ferroviario fra Andria e Corato, o nel crollo di via Roma e altri incidenti”. Lo ha detto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, intervenendo a Palazzo Della Marra al convegno Smart Strategy, organizzato dal comitato permanente di Protezione civile della regione Puglia, presieduto dal consigliere regionale Ruggiero Mennea, al quale sono intervenuti, fra gli altri, il capo dipartimento nazionale di Protezione civile Angelo Borrelli, il presidente della regione Puglia Michele Emiliano, il prefetto Dario Sensi.

“Il lavoro e l’impegno dei volontari è fondamentale – ha aggiunto il primo cittadino – e dobbiamo proseguire così perché sono convinto che la Protezione civile sia uno strumento di solidarietà e di civiltà”.

“In Puglia esiste un sistema avanzato di prevenzione del rischio, abbiamo visto quali sono gli investimenti fatti dalla Regione anche in prefettura per allestire un centro di coordinamento e soccorsi efficace e per questo voglio ringraziare il presidente Emiliano e il consigliere delegato Mennea, perché la Puglia ha dimostrato una grande attenzione nell’ambito della Protezione civile”, ha detto Borrelli.

Il presidente Emiliano ha avuto parole di apprezzamento per il lavoro svolto dal Comitato regionale e dai volontari. “Il nostro – ha detto il governatore pugliese – è un sistema basato sui volontari, cioè su cittadini che senza chiedere nulla in cambio sono a disposizione a qualunque ora del giorno e della notte e con brevissimo tempo di preavviso e questo in Puglia funziona anche grazie alle qualità del al mio consigliere delegato Mennea che con l’assessore Nunziante coordinano e monitorano la situazione nei territori”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here