Celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Questo il leit motive della manifestazione ambientale che vede coinvolti annualmente in questo giorno i cittadini di tutto il mondo

Quando è nata l’Earth Day (giornata della Terra)?

L’idea della creazione di una “Giornata della Terra” fu discussa per la prima volta nel 1962. Erano gli anni in cui le proteste contro la guerra del Vietnam erano in aumento e al senatore Gaylord Nelson venne l’idea di organizzare un teach-in sulle problematiche ambientali.

Tuttavia, a determinare la nascita dell’Earth Day in via definitiva fu il disastro ambientale verificatosi nel 1969, causato dalla fuoriuscita di petrolio della Union Oi al largo di Santa Barbara in California.

Fu allora che il senatore Nelson comprese che era giunto il momento di sottoporre le questioni ambientali al mondo intero.

La Giornata della Terra, che si celebra il 22 aprile, è così stata sancita nel 1970 in una proclamazione scritta da McConnell (attivista per la pace) e firmata dal Segretario Generale delle Nazioni Unite ,U Thant, con la finalità  di sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra.

E’ significativa la data se si considera che in tale periodo dell’anno la natura fiorisce e i profumi e colori dei fiori ci invitano a ricordare la bellezza della Terra che merita di essere protetta.

Quali sono le problematiche del Pianeta su cui riflettere?

Indubbiamente tra le problematiche maggiori vanno menzionate l’inquinamento dell’ aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, la scomparsa di migliaia di piante e specie di animali.

Qual è l’obiettivo della giornata mondiale della Terra?

Responsabilizzare gli abitanti di tutto il mondo, che per un giorno intero sono accomunati dall’unica finalità di lottare contro ciò che sta distruggendo il nostro Pianeta.

Tra le iniziative più significative che nel corso degli anni sono state organizzate, si menziona la scalata sull’Everest intrapresa in occasione del ventesimo anniversario della Giornata della Terra, da un team di alpinisti statunitensi, sovietici e cinesi che, in collegamento via satellite, portarono a valle oltre due tonnellate di rifiuti.

Quest’anno la giornata della Terra è dedicata alla lotta all’inquinamento da plastica, che sta danneggiando terra, acqua, aria, animali e piante nonché la nostra stessa salute.

Migliaia gli eventi oggi organizzati in scuole, comunità, città, in tutto il mondo, tra musica, sport, cultura e attività varie,  per ricordare ad ognuno di noi che se è vero che abbiamo diritto ad un ambiente sano abbiamo anche il dovere di impegnarci a rispettarlo.

 

Commenta questo articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa lista civica “Barletta Attiva” a sostegno di Mino Cannito Sindaco
Articolo successivoCarmine Doronzo, stamane la presentazione del candidato sindaco
Maria Teresa Caputo
Maria Teresa Caputo è nata a Barletta nel 1977. Dopo il diploma di ragioneria conseguito nel 1996, si è laureata in giurisprudenza nel 2003 presso l’Università degli Studi di Bari con votazione 110/110. Nel 2006 ha superato l’esame di avvocato presso la Corte di Appello di Bari, conseguendo l’idoneità. Durante l’esercizio della professione legale si è dedicata in particolare al diritto civile, partecipando a numerosi seminari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here