Le “sfide” delle nuove generazioni premiate al liceo scientifico

“Può essere definito eroe dei giorni nostri chi combatte per il senso civico, chi lotta conto il degrado, chi affronta situazioni difficili e chi, giorno dopo, vive all’insegna dei valori che animano la propria comunità”. Così questa mattina il sindaco Pasquale Cascella in occasione della premiazione dei vincitori della quarta edizione del concorso artistico-letterario “Le nostre sfide”, rivolto agli studenti degli istituti primari e secondari di 1° grado dei Comuni della Provincia Barletta Andria Trani e dei Comuni di origine dei cavalieri della Disfida, promosso dall’Amministrazione comunale e organizzato a cura della Biblioteca “Sabino Loffredo”, svoltasi nell’auditorium del liceo scientifico “ Cafiero”.

Sulle note dell’orchestra del liceo musicale “Casardi” ha avuto inizio una mattinata ricca di emozioni per i ragazzi e i loro insegnanti. Seicentocinquantuno gli elaborati pervenuti quest’anno ed esaminati dalla commissione presieduta dalla dirigente comunale del settore Cultura Santa Scommegna e composta da Alfredo Basile, già dirigente scolastico, Ruggiero Doronzo, storico dell’arte, Emanuele Romallo, responsabile della biblioteca comunale “Loffredo” e Floriana Tolve, giornalista.

Coraggio, determinazione e impegno sociale, questi sono solo alcuni dei valori che i giovani studenti hanno detto di mettere in campo quotidianamente.

“Consegniamo a voi – ha detto il sindaco ai ragazzi – il testimone degli ideali della Disfida affinché possano rappresentare un simbolico punto di riferimento per il vostro futuro. Non importa quanto piccole o grandi possano essere le sfide che già affrontate nella vita, ciò che conta è sapere di poterle sostenere con quello spirito comunitario che proprio grazie alle Disfida viene animato, perché, abbiamo tutti bisogno di cittadini che guardano a un futuro migliore costruito proprio sulla consapevolezza delle sfide”.

Testimonial d’eccezione, i “Cavalieri della Disfida” Papaceccio, che ha coinvolto i ragazzi in un originale rap e Francesco Lanotte, primo ingegnere bionico al mondo: anche lui è stato alunno del liceo “Cafiero”.

Ai saluti del dirigente scolastico, Salvatore Citino, ha fatto seguito la premiazione, con la partecipazione della presidente del Consiglio comunale, Carmela Peschechera, degli assessori Giuseppe Gammarota e Patrizia Mele, e del presidente della commissione consiliare permanente “Cultura e Pubblica Istruzione”, Carmine Doronzo.

Primo classificato per le scuole elementari, Francesco Cinieri della classe 5^D del 7° Circolo Didattico “Giovanni Paolo II” di Barletta, seguito dal secondo, Giovanni Lomolino della classe 5^C dell’Istituto Comprensivo “Giuseppe Garibaldi” di Genazzano e da Chiara Crescenzo della classe 4^ A del 3° Circolo Didattico di Sarno, terza in classifica. Menzioni speciali per Francesca Palmitessa della classe 5^B del 6° Circolo Didattico “R. Girondi” di Barletta e Roberto Fiorentino della classe 5^C della “M. D’Azeglio – De Nittis”di Barletta. Prima classificata per le scuole secondarie di primo grado Maria Francesca Santo della 1^F “G. De Nittis”, seguita da Denise Dimiccoli della classe 3^C della “Renato Moro” di Barletta. Terza classificata Viviana Gagliardi della 1^A dell’istituto “Pier delle Vigne” di Capua. Le menzioni speciali sono state attribuite a Luca Landriscina e Pietro Luigi Musicco, rispettivamente della classe 1^A Istituto Comprensivo “Garibaldi-Leone” – Trinitapoli e della 2^L della “Gen. Baldassarre” di Trani. Per le scuole secondarie di secondo grado il giudizio della commissione ha premiato, nell’ordine, Angela Dimonte della classe 4^A del Liceo Artistico “N. Garrone” di Barletta, Gaia Marino della classe 4^A del Liceo Classico “A. Casardi” di Barletta e Ruggiero Rutigliano della 5^D del Liceo Scientifico “Carlo Cafiero” di Barletta. Menzioni speciali per Maria Federica Ceto, Francesca Ciccarelli, Francesca Nesta e Francesco Dicuonzo della classe 3^E Liceo Scientifico “C. Cafiero” di Barletta.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here