Prosegue la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti e l’associazione culturale ScartOff propone una nuova iniziativa: un laboratorio di riuso creativo dedicato alla costruzione di un posacenere tascabile.

 

I mozziconi di sigaretta si nascondono negli angoli più stretti dei marciapiedi di Barletta e spesso sono lasciati nelle fioriere pubbliche. È bene ricordare che le cicche di sigaretta impiegano circa due anni prima di degradarsi. Ma non è tutto: tra i pericoli più grandi, vi è la possibilità che i bambini più piccoli e gli amici a quattro zampe possano ingerirli. Per tutte queste ragioni, l’associazione ScartOff ha pianificato due eventi per sensibilizzare tutti i cittadini, non solo i fumatori, in occasione della settimana della SERR2019.

 

La prima iniziativa si è svolta sabato 16 novembre. «Sono stati numerosi i commercianti che hanno voluto aderire alla sfida “Adotta un barattolo” – dichiara Michela Rociola, Presidente dell’associazione ScartOff. Al nostro fianco il Comune di Barletta, le associazioni Legambiente, Strade dello Shopping e 3place della vicina Andria. In totale, sono stati assegnati gratuitamente 30 barattoli che abbiamo provveduto a collocare in prossimità delle attività commerciali. Un risultato incoraggiante, reso possibile grazie alla consegna dei barattoli di latta avvenuta nei giorni precedenti da molti barlettani. Ogni commerciante ha preso l’impegno di prendersi cura del posacenere firmando una liberatoria. I barattoli riciclati sono stati installati in modo fisso o removibile, in base alle esigenze del negoziante. A oggi continuano ad arrivare nuove richieste, per questo realizzeremo nuovi recipienti in cambio di un piccolo contributo. Al termine, sarà resa nota la mappa delle assegnazioni».

 

Sabato 23 novembre, ore 16:30, si svolgerà un laboratorio gratuito dedicato alla costruzione di un posacenere tascabile con il riutilizzo del tetrapack. Il laboratorio è aperto a tutti, fumatori e non, adulti e bambini. Per parteciparvi contatta ScartOff al numero 3274613423. Tutti possono fare la differenza!

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here