È stato ammesso a finanziamento con Decreto del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca del 28 novembre 2017 n. 929 relativo al riparto delle risorse stanziate con la legge n. 232 del 2016, l‘intervento per la nuova costruzione a Barletta di una scuola materna a tre sezioni in zona Settefrati per un importo di € 1.500.000,00.

Il progetto preliminare è stato redatto dal settore comunale Lavori Pubblici nel rispetto degli standard urbanistici della “Lottizzazione Settefrati”, così come richiamato dal sindaco nella recente riunione monotematica del Consiglio comunale, sulla base di quanto era stato deliberato dalla Giunta Municipale nel lontano 6 novembre 2008.

<<L’impegno dell’Amministrazione – ha rilevato il sindaco Cascella – ha consentito di rimettere in campo un obiettivo essenziale rispetto a una lottizzazione oggetto di lunghi contenziosi, con una visione di riqualificazione di un’area importante della città>>.

Per la costruzione della scuola è stata individuata un’area di circa mq 2.600,00 all’interno degli spazi destinati a verde pubblico attrezzato della medesima lottizzazione (maggiore di mq 2.250 necessari ai sensi del D.M. 18 dicembre 1975), in modo da adempiere al rispetto del parametro relativo al rapporto tra la superficie coperta e la superficie complessiva del lotto. L’edificio, al quale si accederà mediante una rampa, sarà composto da un piano rialzato, in un unico volume per gli ambienti destinati alle tre sezioni, con uscita diretta sul verde circostante. Sono previste misure per il contenimento energetico e un parcheggio.

Per l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Maria Antonietta Dimatteo <<cogliere l’opportunità di finanziamenti statali per la realizzazione di opere pubbliche, è fondamentale per risolvere il problema del completamento di zone significative della città. Per far fronte a questa carenza, si è dovuto supplire con l’ubicazione di una parte della scuola materna in locali privati, con un aggravio economico per l’Amministrazione Comunale che con la realizzazione dell’opera potrà invece convogliare maggiori risorse per strutture e servizi pubblici nella zona Settefrati>>.

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here