Sesta pillola di Nicola Corvasce, dirigente del Servizio Legislativo della Giunta Regionale

La trasparenza non è conveniente in quanto rappresenta un costo aggiuntivo

Giusta la premessa, ma completamente sbagliata la conclusione. Certo che la trasparenza non si ottiene gratis. Ha un costo. Basti pensare al personale necessario per le pubblicazioni, per la comunicazione, per la gestione del sito istituzionale ecc. Detto così, è facile arrivare a questa errata conclusione. Ma chiediamoci in primo luogo: è giusto ridurre questa problematica ad un mero calcolo economico, quando siamo in presenza di una questione che ha a che fare con il livello di civiltà di un popolo?
Tuttavia non dobbiamo neanche rigettare a priori un ragionamento che investa la sfera finanziaria. E allora chiediamoci in secondo luogo: quanto contenzioso legale (che costa e costa tanto) originato dalla mancanza di trasparenza può essere prevenuto ed evitato a seguito della sua instaurazione? E quanto tempo e personale può essere risparmiato con la netta diminuzione di richieste di accesso agli atti, stante la loro piena e totale disponibilità? Ci sono già i primi studi dai quali si deduce che i benefici della trasparenza possono superare tranquillamente i suoi costi. In conclusione si scopre che un processo di questa portata, sul quale non si dovrebbe neanche discutere in termini di costo economico, avendo a che fare, come ho già detto, con la civiltà di un popolo, alla fine può risultare conveniente anche sotto questo aspetto.

Bene, mi scuso per la sintesi, che è sempre difficile applicare ad un tema che ha bisogno di ben altri livelli di approfondimento. Mi auguro comunque che queste poche annotazioni in pillole siano utili per rendere questo concetto un po’ più……trasparente.

SONDAGGIO

Ritieni che gli atti dell'Amministrazione Comunale siano trasparenti?

  • No (79%)
  • Non mi pongo il problema (13%)
  • Si (8%)
Loading ... Loading ...

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here