Con il servizio di ristorazione scolastica parte anche il contributo per gli interventi a contrasto della povertà

barllettanews-ristorazione scolastica

“Abbiamo voluto unire l’esigenza del lavoro con quella di garantire un servizio ”. Così il sindaco Pasquale Cascella in occasione del corso di formazione del personale dell’ATI “La Cascina Global Service” srl di Roma e “Solidarietà e Lavoro” svoltosi nella scuola “IV Circolo S. Domenico Savio” di via Donizetti.

Insieme agli assessori Patrizia Mele e Michele Lasala, il sindaco ha quindi augurato buon lavoro confermando l’impegno affinché da provvisoria, la modalità individuata per l’avvio del servizio possa diventare tale da garantire una soluzione strutturata di continuità.  

L’incontro ha confermato l’inizio del servizio di ristorazione scolastica da lunedì prossimo 23 ottobre. Nello stesso giorno riprenderanno gli interventi dell’Amministrazione di contrasto alla povertà. Il Settore Pubblica Istruzione da quest’anno assicurerà immediatamente la ricarica delle “Tessere dei Sapori” per la ristorazione a favore dei minori aventi diritto all’esenzione totale: un risultato ottenuto grazie alla revisione della procedura di approvazione della graduatoria di merito che ha fissato anticipatamente, al 15 giugno 2017 per gli alunni già frequentanti, e al 20 luglio 2017 per i nuovi iscritti, i termini di presentazione delle domande di esenzione da parte dei familiari degli aventi diritto.

La revisione del nuovo cronoprogramma della procedura amministrativa (che in precedenza prevedeva la presentazione delle domande al momento di avvio dell’anno scolastico) è il frutto della concertazione tra i Dirigenti Scolastici delle Scuole Primarie Statali nelle conferenze di servizi convocate dalla direzione del Settore Pubblica Istruzione nella scorsa primavera.  

Il riconoscimento del diritto all’esenzione totale e la realizzazione della sua reale fruibilità, in concomitanza dell’avvio del servizio di ristorazione scolastica, consente di non penalizzare i bambini aventi diritto che potrebbero trovarsi nelle condizioni in cui i genitori, sebbene abbiano diritto al rimborso delle somme anticipate, non possano far fronte al pagamento per le ricariche delle “Tessere dei Sapori”.

Le domande pervenute all’Amministrazione sono attualmente 133. A seguito dell’attività istruttoria finora espletata e in seguito alle verifiche sulla documentazione presentata, risultano ammissibili al contributo economico 98 istanze, mentre 6, sono in via di definizione, e 29, infine, restano da istruire poiché pervenute fuori termine. L’elenco completo è pubblicato sul portale istituzionale del Comune di Barletta: http://www.comune.barletta.bt.it/retecivica/

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here