SERR “Il miglior rifiuto è quello non prodotto”

barlettanews-serr

Anche quest’anno Scartoff aderisce alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) con una serie di iniziative volte al riuso e al riciclo.

Prevenzione dei rifiuti, riciclo responsabile e riuso sono temi caldi per la città di Barletta, anche quest’anno portati all’attenzione di tutti dal laboratorio di design creativo Scartoff  attraverso una serie di iniziative indirizzate a tutta la cittadinanza nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR).

Inserita all’interno del programma della Commissione Europea LIFE+ e volta a promuovere azioni di sensibilizzazione sulla tematica dell’ambiente, la SERR è un’iniziativa che coinvolge un pubblico ampio e variegato, dagli enti pubblici alle imprese, passando per le associazioni e cittadini, in un’elaborata campagna di comunicazione al fine di promuovere maggiore consapevolezza e azioni efficaci per ridurre drasticamente le eccessive quantità di rifiuti prodotti.

Tema centrale della SERR 2017 il riuso e la riparazione come urgenza, priorità ed esempio virtuosi per fronteggiare un errato atteggiamento usa-e-getta della società in cui viviamo. Le azioni attuate durante la settimana affronteranno così le “3 R” (Ridurre, Riusare, Riciclare), virtuose opzioni che devono essere necessariamente considerate ancor prima dell’elaborazione di una strategia ideale di gestione dei rifiuti.

Nato allo scopo di divulgare le medesime esigenze e diventato nel tempo un vibrante polo creativo della provincia BAT e non solo, ScartOff aderisce così anche quest’anno alla SERR riconfermando una tradizione di azioni ed entusiasmo a partire dal 2009. Motto del 2017 è “Il miglior rifiuto è quello non prodotto” e in un programma di tre giorni nella settimana dal 18 al 26 novembre propone seminari, laboratori ed eventi gratuiti aperti a tutta la cittadinanza al fine di sensibilizzare e far seguire azioni concrete in tema di riciclo e riuso di scarti e rifiuti.

SCARTOFF

Scartoff è l’ambizioso progetto con sede a Barletta fondato da Michelina Rociola con l’aiuto di Gianluca Laforgia e Federica Laporta e mescola stili e competenze in differenti ambiti, dal design alla comunicazione, passando per le arti e l’artigianato, al fine di sviluppare un prodotto focalizzato sulla sostenibilità ambientale.

Lontano dal concetto di semplice riciclo o riuso, ScartOff è un’eco-bottega dove uno scarto o un pezzo di qualsiasi materiale possono trasformarsi in un nuovo oggetto, che si tratti di un complemento d’arredo, un mobile, un capo d’abbigliamento o anche un regalo.

Il processo che segue la trasformazione rientra così nella costruzione di un nuovo stile di vita con unico scopo quello di istruire ed educare alla tematica del riuso chiunque si affacci a Scartoff attraverso workshop, laboratori ed eventi ed incoraggiando modi di pensare gli oggetti differenti rispetto al loro scopo e utilizzo quotidiano.

Ogni articolo ScartOff è fatto a mano nel laboratorio di Barletta da esperti artigiani con ogni tipo di materiale riutilizzabile.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here