“Sensibile”,Intervista al regista Alessandro Quadretti

Sabato 5 maggio ,presso l’ Ipanema di Barletta, è stato proiettato il documentario Sensibile diretto dal regista romagnolo Alessandro Quadretti ospite dell’incontro organizzato dal comitato OAP – Operazione Aria Pulita, presieduto dall’avvocato Michele Cianci.

Sensibile è un documentario di diverse testimonianze dell’ennesimo danno causato dall’inquinamento ambientale come le malattie non diagnosticabili: la Sensibilità Chimica Multipla (MSC) e l’ Elettrosensibilità (EHS).

La MCS e la EHS, per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, non sono diagnosticabili perché si tratterebbero di condizioni patologiche prive di evidenti basi tossicologiche o fisiologiche.

All’incontro hanno partecipato anche il primario del Pronto Soccorso dell’ospedale “Dimiccoli” di Barletta, il Dottor Cosimo Cannito, lo psichiatra e presidente dell’Ordine dei Medici della BAT il Dottor Dino Delvecchio, Il Dottor Chiorazzo primario pediatra e il Dottor Andrea Cormano al fine di informare e spiegare ai presenti la MCS e la EHS con dati tecnici e verificati.

Non si è trattato di un evento politico, ma di un incontro finalizzato alla divulgazione di dati, testimonianze e d’informazioni su questa nuova, tragica ed emergente realtà che coinvolge sempre più persone, sopratutto le donne.

L’evento è stato fortemente voluto da Immacolata Iglio, l’avvocato e presidente OAP Michele Cianci ha moderato l’incontro e il regista barlettano Daniele Cascella ha presentato e intervistato il regista Alessandro Quadretti.

Il regista del documentario Alessandro Quadretti è nato a Forlì il 25 gennaio 1974 e si è laureato in Storia contemporanea nel 2001 all’Università di Bologna. L’anno successivo alla laurea ha frequentato il corso biennale di regia della scuola del Cinema Televisione e Nuovi Media di Milano, diplomandosi poi nel 2004.

Ha realizzato diverse opere: la fiction “ESPERO”, un cortometraggio su incarico di ESMEA  e Ministero delle Politiche Agricole per “In nuovi fattori di successo 2013”, cinque lungometraggi per il documentario “L’ultima spiaggia – pola fra la strage di Vergarolla” del 2016, i documemtari KHALSA 2013, “4 AGOSTO ’74 – Italicus la strage dimenticata ” 2011 e “la saponatrice -Vita di Leonarda Cianciulli”. 

Ha realizzato anche il mediometraggio “L’acqua sulla pelle” prodotto da H3G nel 2007, è stato finalista a Visioni Italiane 2008, ha ideato cortometraggi premiati Italia nel Bellaria Film Festival 2005 e la Festa del Cinema di Roma 2006 e il lungometraggio Sensibile prodotto nel 2016.

Alessandro Quadretti, prima della proiezione del suo lungometraggio davanti a numerosi presenti ha gentilmente risposto ad alcune curiosità dei lettori di Barletta News in merito al suo documentario Sensibile.

https://www.youtube.com/watch?v=TCvG_GdTlb8

 

 

 

 

 

 

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here