L’Amministrazione comunale ha rispettato gli impegni presi, il cronoprogramma definito a giugno scorso è stato rispettato, il progetto per la rifunzionalizzazione e messa in sicurezza del piano rialzato della scuola “Massimo D’Azeglio” è stato inviato alla Soprintenzdenza; giovedì prossimo, 6 settembre, è previsto un sopralluogo di due funzionari della stessa Soprintendenza, per il rilascio del necessario nullaosta. Tale benestare darà il via alle procedure per arrivare alla gara e al successivo affidamento dei lavori entro gennaio 2019.

 Ci sono, dunque, tutte le premesse per poter prefigurare che per l’anno scolastico 2019 – 2020 si potrà contare su 17 aule al piano rialzato dell’Istituto scolastico di via XXIV maggio.

E’ quanto emerso venerdì scorso, 31 agosto, nell’incontro fra il sindaco di Barletta Cosimo Cannito, la dirigente scolastica Concetta Corvasce e i componenti del Consiglio d’Istituto della Scuola “D’Azeglio – De Nittis”, presieduto dal dottor Pino Paolillo.

Il progetto, illustrato al consiglio d’Istituto due mesi fa, prevede la messa in sicurezza del solaio grazie a un sistema di antisfondellamento, realizzato con una rete in fibra di vetro che lo sostenga. Interventi sono previsti anche per la messa in sicurezza dei cornicioni e per risolvere il problema legato all’umidità da risalita e delle infiltrazioni provenienti dalla copertura.

All’incontro hanno partecipato, fra gli altri, anche l’assessore comunale ai Lavori pubblici, Gennaro Calabrese, il dirigente di settore Donato Lamacchia e l’ingegnere Rosario Palmitessa, gli ingegneri Giuseppe Gorgoglione e Paolo Misuriello, responsabili della SGM, società alla quale, all’indomani dell’ordinanza di chiusura della scuola, nel settembre 2016, per il distacco di una parte dell’intonaco e di alcune tavelle, fu affidato l’incarico di accertare l’idoneità statica dell’edificio.

“Questa Amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco Cannito – sta ponendo una grande attenzione alla scuola in generale e alle vicenda della “D’Azeglio”, anche perché le scuole cittadine sono come parti di un unico, complesso organismo, una istituzione fondamentale, perché a scuola si formano i cittadini e puntare sulla scuola è il più importante investimento che una pubblica amministrazione possa compiere”.

La dirigente scolastica Corvasce ha ringraziato il sindaco Cannito e chiesto che, nell’attesa che le aule tornino fruibili, non intervengano cambiamenti nella organizzazione già definita, mentre il presidente Paolillo ha sottolineato il presidio e l’impegno costante dell’Amministrazione comunale per la “D’Azeglio”.

Quella di venerdì scorso è stata anche l’ultima riunione del Consiglio d’Istituto in carica, visto che il presidente Paolillo e altri sei componenti hanno terminato il mandato. A loro il sindaco ha consegnato una pergamena ricordo da parte dello stesso presidente Pino Paolillo.

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here