“Salviamo le periferie” vigila sul centro comunale raccolta rifiuti nella 167

Continua la mobilitazione popolare – gli abitanti non desistono

Il Comitato “Salviamo le Periferie” unito ad una delegazione  degli abitanti della periferia  accogliendo l’invito del presidente della  VII Commissione consiliare (Ambiente, Verde pubblico, Servizi pubblici) Rosa Cascella, ha partecipato alla seduta della commissione consiliare del 22 aprile scorso, durante la quale non si sono palesate novità rispetto a quanto emerso nella seduta pubblica tenutasi il 24 marzo scorso presso la parrocchia di San Giovanni Apostolo e nel corso della quale si è affermata una decisa volontà della popolazione fermamente contraria all’insediamento del centro di raccolta dei rifiuti nell’area già individuata.

Pur apprezzando una inedita disponibilità al dialogo da parte della classe politica locale e lo sforzo profuso per illustrare al meglio l’utilità di uno strumento di raccolta dei rifiuti differenziati  che i cittadinini non solo  ritengono utile, ma affermano che sia persino una punta di avanzamento culturale oltre che civile di una città, si ribadisce che la mobilitazione cittadina, a dispetto di quanti vogliono banalizzare la questione, non verte sulla indiscussa utilità del centro di raccolta di rifiuti differenziati, bensì sulla sua collocazione che riteniamo assolutamente non rispondente alle necessità degli abitanti di una zona della città già abbondantemente emarginata e violentata da una urbanizzazione selvaggia e nella quale mancano i servizi necessari.

La delibera n.188 del 20/10/2010 con la quale la giunta comunale del tempo approvava  la realizzazione del centro di raccolta di rifiuti riporta, tra le altre cose, anche la seguente prescrizione : ”…che il settore ambiente attiverà apposite procedure partecipative di coinvolgimento degli abitanti del quartiere…”, ma tali procedure partecipative non solo non sono mai state, colpevolmente, attuate, ma la loro elusione rappresenta un atto di una gravità assoluta rispetto alla quale tutta la classe politica dovrebbe fare un atto di fedeltà ai principi democratici assumendo le opportune responsabilità e rendendo le scuse ai cittadini oramai ghettizzati della periferia.

I cittadini si attendono, pertanto,  una rivisitazione del progetto in essere parte degli amministratori locali affinché si individui un’area più idonea alla realizzazione del centro di raccolta dei rifiuti e a tale scopo è indetta una assemblea pubblica presso l’auditorium della parrocchia di San Giovanni Apostolo per martedi  29 aprile alle ore 18,30 a cui farà seguito sabato 3 maggio alle ore 17,00 un sit-in presso l’area individuata per il centro di raccolta al fine di sensibilizzare i cittadini ai temi della salvaguardia ambientale.

 

Raffaele Patella

Comitato “SALVIAMO LE PERIFERIE”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here