Salone del Mobile di Milano 2018: il mondo si ritrova nella capitale internazionale del design

Grandi, grandissimi i numeri che caratterizzano il Salone dil Mobile di Milano anche quest’anno: oltre 205.000 metri quadrati, più di 2.000 espositori, 5 manifestazioni che si svolgono in contemporanea, 6 giorni in grado di trasformare completamente un’intera città.

57 anni portati benissimo dalla manifestazione che sin dal 1961 rappresenta la vetrina più ambita al mondo per gli operatori nel settore del design d’interni.

Una vetrina d’eccellenza, appunto, in cui qualità, innovazione e creatività sono in mostra a Milano dal 17 al 22 aprile.

L’evento si suddivide in 5 manifestazioni: il Salone Internazionale del Mobile ed il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo, EuroCucina  ( con l’evento collaterale FTK – Technology For the Kitchen), il Salone Internazionale del Bagno ed il SaloneSatellite, per le giovani promesse nel campo del design.

Questo è ciò che si può vedere negli enormi spazi della Fiera Milano City a Rho, ma ciò che colpisce chiunque si affacci per la prima volta a Milano durante il Salone del Mobile è l’altrettanto famosissimo  Fuorisalone, una grandissima manifestazione parallela che si distribuisce per l’intera città di Milano e rendono unica nel suo genere la Design Week meneghina, con in cartellone tantissimi eventi, installazioni ed esposizioni sparsi un pò ovunque.

Novità di quest’anno è il Manifesto dove si evidenziano i punti di forza del Salone del Mobile e gli elementi di connessione dell’evento con la città di Milano. Non è semplicisticamente una fiera ma, come viene definito nel Manifesto stesso, è “un sistema di connessioni, creatività ed innovazione”, non solo quindi fatto da designer ed architetti ma anche delle tante imprese, piccole e grandi, che, tutti insieme, confermano ogni anno agli occhi del mondo il livello di eccellenza ormai ineguagliabile.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here