Ruggiero Mennea: “Trasformiamo politiche regionali in Piano Regolatore Sviluppo Puglia”

Le nuove opportunità del bando regionale Nidi, le agevolazioni delle Zone franche urbane e l’importanza della programmazione comunitaria 2014-2020, sono state al centro del convegno ‘Opportunità di crescita e rilancio’, organizzato dall’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili di Trani, al quale sono intervenuti, tra gli altri, il vicepresidente della Commissione Attività produttive della Regione Puglia, Ruggiero Mennea (Pd), l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Loredana Capone, il vicepresdiente dell’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti contabili di Trani, Giovanni D’Elia, e il vicedirettore di Puglia Sviluppo, Andrea Vernaleone.

Per Mennea, “Nidi è un bando rivoluzionario, l’unica forma di finanziamento agevolato in Italia, gestito esclusivamente da Pugliasviluppo e sganciato dal sistema bancario, che permette di investire efficacemente sull’autoimpiego”. I vari aspetti del bando sono stati analizzati alla presenza di una platea numerosa di commercialisti ed esperti contabili ai quali il consigliere Mennea ha parlato anche delle Zone franche urbane. In particolare, annunciando “che a breve sarà pubblicato il relativo bando ministeriale per accedere a quei benefici, sottoforma di esenzioni fiscali e contributive, in favore di imprese di micro e piccola dimensione”. “I comuni interessati”, ha precisato Mennea, “hanno già provveduto a comunicare la dotazione o meno degli obiettivi di scopo”. Dopo una panoramica sulla programmazione europea per il periodo 2014-2020, Mennea si è soffermato anche sulla “importanza e l’efficacia della politica di sviluppo messa in campo dalla Regione in questi anni, a cominciare dall’allentamento della morsa del credito con i bandi per il microcredito e, da ultimo, con Nidi”. “Ma anche”, ha precisato il consigliere Pd, “con le politiche sull’autoimpiego che dovrebbero entrare nell’agenda di tutte le amministrazioni, sia centrali sia locali”. Per questo, ha continuato, “il mio impegno, e quello di tutto il Gruppo Pd, è proseguire su questa strada raccogliendo sollecitazioni e proposte che possano essere utili in fase di programmazione 2014-2020, che deve puntare sulla digitalizzazione della Pubblica amministrazione e dei sistemi produttivi d’impresa, sullo sviluppo e la competitività, sulla ricerca e il lavoro”.

Mennea ha poi invitato i rappresentanti dei dottori commercialisti e dei contabili “ad aggregare gli ordini professionali pugliesi in un unico organo di rappresentanza regionale, che possa partecipare ai tavoli di concertazione insieme al Pes Cnel”. Dal canto suo, l’assessore Capone ha affrontato, in particolare, il tema degli accordi di programma che hanno permesso alla Puglia di trattenere grandi gruppi industriali e multinazionali sul nostro territorio, e hanno dato origine ai Distretti produttivi, dalla Meccanica alla Meccatronica, dell’Aerospazio alle Nanotecnologie.

“E’ questo – per Mennea – il cammino che dobbiamo continuare a percorrere, dando vita un Piano regolatore dello sviluppo economico che, nel prossimo decennio, dovrà essere attuato dalla classe dirigente che sta già dimostrando lungimiranza e capacità strategiche di lungo periodo”.
Infine, Mennea ha ringraziato “i colleghi intervenuti e i rappresentanti dell’Ordine dei dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, per aver permesso di far conoscere ai tanti professionisti che operano quotidianamente sul territorio, a stretto contatto con le imprese, quanto è già stato fatto e quanto ancora la Regione farà per lo sviluppo del nostro territorio e il bene della sua collettività”.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here