Ruggiero Crudele: “Con Renzi parte dalla Puglia l’operazione Primo Posto”

barlettanews - Renzi

Dichiarazione di Ruggiero Crudele, direzione provinciale PD BAT, sulla visita di Matteo Renzi a Bari e sulla presentazione delle nuove proposte del PD

“Con il sorriso, con il cuore, parte dalla Puglia l’operazione primo posto”, così a conclusione del suo intervento Matteo Renzi a Bari, tra un video di Totò e quello di John Kennedy che annuncia al mondo l’operazione Uomo sulla Luna, simulato in una diretta streaming ai tempi attuali tra gli sberleffi degli internauti che commentano e sentenziano “prima i terrestri”! Sì, perché è al futuro che guarda il Segretario Nazionale del PD, nei giorni in cui i dati del PIL dicono di un +1,4, il top da 7 anni, ma ribadisce “non basta”, bisogna arrivare al +2 che significa ancora più nuovi posti di lavoro.” dichiara Ruggiero Crudele.

“E alle sue spalle – sottolinea Ruggiero Crudele – campeggia la slide delle 100 cose fatte e da farsi, a partire da quelle realizzate, per andare avanti: gli 80 euro da estendere alle famiglie per ogni figlio minore e agli autonomi, l’IMU prima casa che non c’è più e che bisogna eliminare anche per i piccoli negozi, il milione in più di posti di lavoro da stabilizzare per la quota oggi ancora a tempo determinato, il canone RAI che deve continuare a scendere grazie al fatto che ora la paghiamo tutti, il taglio IRES che deve farsi più marcato, i centomila e passa docenti non più precari (“sono riuscito, mettendo nove miliardi sulla scuola, a inimicarmi gli insegnanti, anche se riconosco che non ci vuole molto a farli arrabbiare, io marito e genero di insegnanti”) e per i quali l’allungamento del tempo-scuola al Sud e la costruzione di nuove aule che eliminino il sovraffollamento per avere più classi, porterà al ritorno a casa di chi ha dovuto al momento spostarsi” 

Un fiume in piena, entusiasta e appassionato, di fatti e proposte concrete e misurabili, realizzabili – conti alla mano – nei prossimi cinque anni, se ognuno di noi si fermerà a giudicare quelle che sono le proposte in campo e affiderà al PD, alla sua squadra capitanata da Matteo Renzi, il compito di continuare a guidare il Paese, dopo averlo preso cinque anni fa sull’orlo del precipizio e portato oggi sul cammino della crescita. Davvero, niente salti nel buio, e indietro proprio non si può!”

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here