Rosito Barletta, buona la prima: Lecce va al tappeto

Barlettanews- Rosito

100-71 il finale dal PalaMarchiselli, esordio positivo per gli uomini della Rosito

Comincia nel migliore dei modi la poule promozione della Rosito Barletta. Contro una New Basket Lecce mai in partita, Defazio e compagni portano a casa i primi due punti grazie al 100-71 finale. Una gara mai in discussione per la Cestistica, brava ad amministrare al meglio il vantaggio ottenuto nella prima parte di gara.

La cronaca
Solito quintetto per coach Degni che lancia dal primo minuto Rainis, Nicola Degni, Smith, Stephens e Defazio. Parte subito forte Barletta, che in avvio mette a referto cinque triple più un gioco da tre punti concretizzato da Rainis. I biancorossi continuano a bersagliare la retina dalla linea dei 6.75 con Stephens, mentre la New Basket prova come può a reagire: il primo quarto va in archivio sul 28-18. I secondi 10′ di gioco si aprono con la tripla di Amorese e la schiacciata in campo aperto di Smith. L’inerzia della gara non cambia e il vantaggio per i padroni di casa si dilata fino al +30 che manda le squadre all’intervallo lungo (58-28).

La reazione degli ospiti arriva al rientro sul parquet, con Manca che prova a scuotere i suoi a suon di triple. La Cestistica, al contrario, si limita a gestire il vantaggio senza schiacciare il piede sull’acceleratore. Il terzo periodo vede comunque i biancorossi avanti per 85-49. L’ultimo quarto serve solo per le statistiche e la tripla di Amorese ad una manciata di secondi dalla sirena regala alla Rosito la cifra tonda. Ottime le prestazioni dei soliti Stephens (35 punti) e Smith (28 punti), seguiti da Amorese (14 punti) e Rainis (11 punti).

Rosito Barletta-New Basket Lecce 100-71 (28-18; 30-10; 27-21; 15-22)

Rosito Barletta: Degni 5, Stephens 35, Smith 28, Rainis 11, Defazio 2, Amorese 14, Rizzi G. 4, Diblasio, Binetti 1, Caruso. Coach: Gino Degni

New Basket Lecce: Manca 30, Rollo 8, Quarta 3, Mannarino 2, Vetruno, Lorenzo 2, Butera 18, Grieco, Nigro 1, Petracca 7. Coach: Riccardo Rucco

 

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here