Rosito Barletta, playoff blindati: 83-66 il finale contro l’Invicta Brindisi

Rosito

Partita dai due volti quella della Rosito Barletta. Dopo aver faticato nei primi due quarti, la compagine biancorossa ritrova il bandolo della matassa nella seconda parte di gara e porta a casa i due punti: 83-66 il finale contro l’Invicta Brindisi al PalaMarchiselli. Quinto posto blindato per Stephens e compagni, attesi dal Cus Bari nel prossimo turno.

La cronaca
Rainis, Degni, Musil, Stephens e Defazio vanno a comporre il quintetto iniziale. Barletta parte subito forte con due contropiedi di Rainis e il piazzato messo a segno da Stephens (6-2). I biancorossi serrano le maglie in difesa e grazie a due recuperi di Musil, colpiscono in transizione ancora con Stephens e Rainis. Brindisi reagisce e concretizza due giochi da tre punti con Botrugno e Quaranta (14-10). Gli uomini di coach Bray confermano il loro momento positivo, risalgono la china e sulla sirena del primo quarto trovano il sorpasso con Leo per il 17-20 che chiude i primi 10’ di gioco. Amorese in avvio di secondo periodo trova subito il fondo della retina, mentre poco più tardi è Stephens a firmare il nuovo sorpasso (21-20). L’Invicta riesce subito a rimettere la testa avanti, portandosi sul +6. Musil prova a scuotere i suoi con una tripla, ma Barletta dimostra di non essere nella sua migliore serata e scivola fino al -8. Stephens in chiusura mette a referto tre tiri liberi e permette ai suoi di guadagnare la via degli spogliatoi sul 35-40.

Coach Degni scuote i suoi negli spogliatoi e la squadra al rientro sul parquet si approccia alla gara con uno spirito diverso. Prima Stephens appoggia al tabellone due punti facili, poi è Musil a salire in cattedra con un tiro dalla linea dei 6.75 e successivamente colpendo in contropiede (44-44). Completata la rimonta, i biancorossi sorpassano definitivamente gli ospiti con i due tiri liberi di Degni e la tripla di Stephens. Il terzo quarto va in archivio con il piazzato di Stephens sul 60-57. Nei primi minuti del quarto periodo entrambe le squadre faticano a trovare la via del canestro. A rompere l’incantesimo ci pensa Amorese da tre, seguito a ruota da Stephens: la Cestistica sale sul +9. Brindisi, dopo aver dato tutto, non riesce a rientrare in partita e si scioglie sotto i colpi dell’attacco barlettano fino alla sirena finale. Stephens riscatta la prova di Molfetta e chiude la serata come miglior marcatore con i suoi 34 punti. Bene anche Musil (16 punti) e Rainis (11 punti).

Rosito Caffè Barletta-Invicta Brindisi 83-66 (17-20; 18-20; 25-17; 23-9)

Rosito Caffè Barletta: Degni N. 4, Stephens 34, Musil 16, Rainis 11, Defazio 2, Amorese 7, Rizzi G. 4, Diblasio 5, Balducci, Caruso. Coach: Degni L.

Invicta Brindisi: Rullo 13, Degiorgi 3, Botrugno 7, Masi 5, Pulli 4, Leo 12, Quaranta 19, Simone 3, Santoro, Berretta. Coach: Bray

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here