Riapre “La Tana”: un cantiere di idee per la città

Nella Sala Rossa del Castello presentate stagione teatrale e altre iniziative
Dopo una pausa obbligata di oltre un anno, la Tana riapre e lancia subito una sfida: diventare una vera e propria Casa della cultura e della creatività. Ad illustrare questo nuovo progetto è lo stesso Direttore artistico, Giampiero Borgia nella serata di inaugurazione che si è svolta nella sala rossa del castello. “L’idea è quella di creare una piattaforma di opportunità per operatori, artisti e associazioni culturali con l’obiettivo di rendere il Castello un luogo non solo bello ma anche vivo”.

l2 l1

Un cantiere di idee, insomma, che animi il dibattito culturale e soprattutto che sfati l’idea che il Teatro coincida solo con la stagione del Teatro Curci. “In questi anni abbiamo cercato di costruire una comunità teatrale, in una città che certo non è facile in quanto a fermento culturale, e abbiamo rischiato che tutto questo lavoro andasse perso” dice Borgia al pubblico che affolla la sala. “Eppure il pericolo è scongiurato e, se ora possiamo ripartire, lo dobbiamo proprio a questa comunità quasi carbonara di appassionati che ci hanno sempre seguito e alla sensibilità di alcuni amministratori”. Presenti accanto a Borgia, Giusi Caroppo, assessore all’identità culturale, Santa Scommegna, dirigente del settore cultura e spettacolo del comune di Barletta, e Carmelo Grassi, presidente del Teatro Pubblcio pugliese. “E’ un servizio alla città – ha detto l’assessore Caroppo – intanto perché il Castello diventa un centro di coordinamento per le associazioni culturali e poi perché contribuisce a radicare l’idea di un teatro diffuso”. La Tana è uno dei dodici luoghi che fa parte dei “Teatri abitati”, progetto sostenuto dalla Regione Puglia che attinge a fondi europei per aprire nuovi spazi, anche periferici, al teatro. “Barletta da questo punto di vista ha tante opportunità – ha detto Carmelo Grassi. “La necessità di lavorare in sinergia – ha concluso Santa Scommegna – è tanto più evidente quando si parla di cultura; infatti il degrado sociale passa da quello culturale, per questo ho appoggiato subito il progetto della Tana” Sei sono gli appuntamenti del cartellone teatrale che inizia il prossimo 6 marzo con “Leonilde, storia eccezionale di una donna normale” ispirato alla storia di Nilde Iotti. Oltre alla stagione teatrale, sono previsti laboratori e convegni, fra tutti la manifestazione dal titolo “I giorni della sfida” , una kermesse celebrativa della Disfida che si ispirerà al romanzo di Massimo D’Azeglio e culminerà in una serata di gala sabato 15 Febbraio al Teatro Curci. ”. La serata, una vera e propria festa, è stata animata dalla musica di Alex Terlizzi con Marco Valerio e Nik Seccia e da intermezzi musicali a cura di Papaceccio.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here