Resoconto Consiglio provinciale del 14 novembre 2014

Una Commissione speciale, composta da alcuni Sindaci e Consiglieri provinciali, che lavori alla stesura di una bozza di statuto da sottoporre al parere della Conferenza dei Sindaci ed all’approvazione del Consiglio provinciale.

E’ la proposta formulata stamani dal Presidente della Provincia Francesco Spina, nel corso della seduta del Consiglio provinciale di Barletta – Andria – Trani.

Una proposta che ha incassato il parere favorevole e l’apprezzamento da parte di tutti i Consiglieri provinciali.

«Sempre in un’ottica di assoluta condivisione di questo nuovo percorso istituzionale, auspico che il nuovo statuto della nostra Provincia possa beneficiare del contributo propositivo di figure istituzionali autorevoli e competenti come i nostri Sindaci e Consiglieri provinciali – ha affermato il Presidente Spina -. Uno statuto che possa definire con precisione i ruoli e le competenze degli organi istituzionali del territorio, come il Presidente, la Conferenza dei Sindaci, il Presidente del Consiglio ed i Consiglieri provinciali con le rispettive deleghe».

Ed a proposito di deleghe, sull’argomento il Presidente Spina ha precisato: «aldilà degli aspetti prettamente formali, ho voluto attribuire le deleghe ai Consiglieri provinciali perché potessero essere coinvolti nell’azione di governo della Provincia, supportandomi con la loro esperienza ed il loro entusiasmo. Nelle scelte compiute ho voluto privilegiare la più ampia rappresentanza possibile di tutte le dieci città e garantire continuità con il precedente percorso amministrativo».

Condivisione e coinvolgimento, dunque, le parole chiave di questa nuova esperienza amministrativa. Non a caso il Presidente Spina ha infatti ribadito la sua proposta di «riconoscere il ruolo di Presidente del Consiglio provinciale ad un rappresentante delle forze politiche di minoranza».

Il Consiglio provinciale, infine, ha deciso di riaggiornarsi alla prossima seduta per un maggior approfondimento sugli ordini del giorno relativi al prestito alla “Fondazione Bonomo per la Ricerca in Agricoltura – Onlus” ed alla nomina del Presidente del Consiglio provinciale.

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here