Al via le iniziative per il 75° anniversario della Resistenza, civile e militare, all’occupazione nazista di  Barletta  consumatasi dal 12 al 24 Settembre del 1943.

Il programma del Mese della Memoria 2018, presentato in conferenza stampa dal Sindaco Cosimo Cannito è curato dall’Archivio della Resistenza e della Memoria di Barletta.

La proposta culturale dell’Archivio di divulgare e pubblicizzare il proprio lavoro di ricerca scientifica della Storia, si avvia, quest’anno, con l’incontro che si terrà presso l’Auditorium della Caserma “Ruggiero Stella”, alle ore 9,30 del 7 settembre.

Nell’occasione verrà affrontato il tema: L’armistizio dell’8 settembre ’43, che nutre non solo le varie e contrastanti ipotesi dei ricercatori di professione, ma rimane ancora un nodo storico, nonostante siano passati ben settantacinque anni, per arrivare ad una corretta visione non necessariamente condivisa ma, almeno, rispettosa delle diverse opinioni.

La riflessione storica sarà presentata con la proiezione di un documentario televisivo del giornalista RAI Roberto Olla che analizzerà i contenuti della Dichiarazione di Armistizio del Maresciallo Badoglio, nell’estensione “dell’armistizio lungo e dell’armistizio breve”, con varie interviste che chiariscono abbondantemente gli eventi nazionali di quei giorni cruciali per la storia d’Italia.

Sta di fatto che la Dichiarazione dell’8 settembre, illuse gli italiani che la guerra fosse finita e, in casa nostra, nel nostro territorio, civili e militari, autorità amministrative e religiose, comuni cittadini e intellettuali, esultarono, cadendo poi in un’ampia e desolante frustrazione subendo un’occupazione barbarica e devastante. Durante l’incontro è prevista, inoltre la testimonianza  di Saverio Pandiscia figlio del soldato Domenico, caduto il 12 sotto il fuoco dei nazisti, che non ha conosciuto mai suo padre, e che resta fondamentale memoria privata, capace di generare e rinsaldare, doverosamente,  il valore di una Memoria Pubblica.

75° Anniversario della resistenza. Il Programma

Commenta questo articolo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here